Politica Volterra

Volterra capitale della cultura 2022: mozione di sostegno votata all'unanimità in Regione

La Toscana punta sulla città etrusca, con tutte le forze politiche unite

La Toscana appoggerà con determinazione la candidatura di Volterra capitale della cultura 2022. Il Consiglio regionale approva una risoluzione del Partito Democratico, primo firmatario il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo, con il capogruppo Vincenzo Ceccarelli, il vicepresidente della commissione di Controllo Andrea Pieroni, e la presidente della commissione Cultura Cristina Giachi. L’atto d’indirizzo ha ottenuto l’accordo unanime delle forze politiche in Consiglio, tanto che hanno chiesto di apporre la propria firma anche i consiglieri Stefano Scaramelli (Italia Viva), Diego Petrucci (Fratelli d’Italia), Luciana Bartolini ed Elena Meini (Lega).

La mozione impegna la Giunta regionale a mettere in atto tutte le possibili iniziative volte a sostenere, nell'ambito del processo di conferimento del titolo di 'Capitale italiana della cultura 2022', il progetto 'Volterra. Rigenerazione umana', frutto di un lungo e approfondito lavoro di studio finalizzato a incrementare la fruizione del patrimonio culturale, materiale e immateriale di Volterra, che "rappresenta un'opportunità per l'intero territorio regionale anche nella prospettiva di costruire una risposta alle criticità messe in luce dall'emergenza socio sanitaria in Corso". Il Consiglio regionale si impegna, inoltre, "nel rispetto delle proprie competenze, a sostenere in tutte le forme opportune le iniziative sopra riportate, finalizzate a supportare la candidatura di Volterra a capitale italiana della cultura 2020".

I sottoscrittori prendono atto "con soddisfazione, che tra i comuni selezionati sia stato inserito quello di Volterra", un progetto sfociato nell'elaborazione di un dossier "incentrato su una visione strategica nuova di città a partire dalla cultura, che è in grado di ripensare i rapporti tra cittadini e modelli dell'abitare e del fruire la cultura, e di creare nuovi modelli di sviluppo (e ripopolamento) delle aree interne; il tutto in un'ottica di crescita sociale, economica e culturale di un intero territorio". Il dossier è frutto del lavoro di un comitato sostenuto da 152 tra associazioni e istituzioni e da una squadra di specialisti.

"Sarà la sfida di tutta la Toscana - ha dichiarato il presidente dell’Assemblea regionale Antonio Mazzeo - avere Volterra capitale dopo essere usciti da una fase complicata come questa della pandemia credo che potrebbe essere un segno molto importante. Lo abbiamo visto con Pistoia pochi anni fa cosa può significare. Ringrazio tutti i colleghi perché con questo voto si dà più forza alla candidatura di Volterra e a tutta la Toscana".

L’illustrazione della mozione è stata affidata al consigliere Andrea Pieroni (Pd), che ha voluto sottolineare "il grande lavoro di tutta l’amministrazione comunale, che ha fatto di Volterra un vero e proprio laboratorio a cielo aperto, coinvolgendo tutta la città, tutta la comunità e il territorio circostante: oltre 150 associazioni e ben 53 Comuni hanno aderito al progetto". Un progetto innovativo nel quale "la cultura, l’arte e la bellezza diventano i soli strumenti per rigenerare luoghi e persone".

Pieno appoggio anche dal vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Scaramelli (Italia Viva), che ha proposto di "strutturare una rete di città etrusche che avvalori e rafforzi la candidatura di Volterra per arrivare a questo importante riconoscimento". Luciana Bartolini (Lega) annuncia "tutto l’appoggio possibile a questa iniziativa. Urgono fondi, anche per il bellissimo anfiteatro romano appena scoperto". Per Diego Petrucci (Fratelli d’Italia) "Volterra merita questa candidatura e i complimenti merita l’amministrazione di Volterra, in particolare l’assessore Danti, che ha condotto questa operazione con indubbia capacità e quel pizzico di fantasia che può fare la differenza". Sull’anfiteatro romano, Petrucci ha sostenuto che "farà riscrivere i libri di storia, merita il sostegno economico per portare a compimento gli scavi. Serve circa un milione di euro. Faccio appello alla commissione Cultura per un sopralluogo, per poter manifestare anche fisicamente il sostegno della Regione".

Anche Francesco Gazzetti (Pd) ha chiesto di aggiungere la firma: "Siamo di fronte a un’azione molto importante dell’amministrazione di Volterra". La presidente della commissione Cultura, Cristina Giachi (Pd) ha annunciato "che la commissione organizzerà un sopralluogo agli scavi dell’anfiteatro non appena sarà possibile. Cercheremo di dare tutta l’attenzione e il supporto che serve perché questa candidatura ci rappresenti tutti. Mi complimento con l’amministrazione di Volterra e ringrazio i colleghi per il bellissimo segnale che il Consiglio regionale sta dando. Sostenere Volterra significa anche sostenere il valore della cultura, saremo tutti al lavoro per farla fiorire al meglio". La consigliera della Lega Elena Meini ha rivolto a sua volta "i complimenti agli amministratori e agli organizzatori. Volterra, a me molto cara, è una città straordinaria, che ha tanti luoghi magnifici, magici, che meritano di essere conosciuti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volterra capitale della cultura 2022: mozione di sostegno votata all'unanimità in Regione

PisaToday è in caricamento