Domenica, 24 Ottobre 2021
Politica

Worsp, Una città in comune: "Sosteniamo le denunce dei lavoratori. L’AOUP intervenga nei confronti della società"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Ci troviamo nuovamente ad esprimere il nostro sostegno ai lavoratori Worsp, che hanno continuato in questi giorni a denunciare le condizioni di lavoro in cui si trovano.
La Worsp (che ha in appalto il servizio di vigilanza non armata in AOUP, residenze universitarie, e altro), obbligata dai lavoratori che nel frattempo si sono organizzati sindacalmente, ha avviato una trattativa che però a tutt’oggi su varie questioni basilari – ad esempio il pagamento dell’indennità notturna, degli straordinari e delle festività, come riconosciuto dal CCNL – è ferma. Continuano però le vessazioni in termini di sanzioni e procedimenti disciplinari e permangono gli allontanamenti in luoghi di lavoro distanti.

Inoltre, quanto i lavoratori denunciano in termini di richieste contrattualmente scorrette da parte dell’AOUP è gravissimo. Da sempre chiediamo che l’azienda ospedaliera si impegni a reinternalizzare ogni servizio necessario, in modo da far cessare lo sfruttamento cui sono soggetti i lavoratori e le lavoratrici in appalto e gestire al meglio le risorse pubbliche, arrestando il meccanismo della concorrenza al ribasso che, come ovvio, si scarica sulle paghe e sulle condizioni di lavoro.
Non è ammissibile che un’azienda pubblica sfrutti a sua volta lavoratori e lavoratrici in appalto richiedendo mansioni non previste, così come non è accettabile che l’AOUP non pretenda che la Worsp rispetti le leggi e il contratto nazionale.
Ribadiamo con forza il nostro sostegno alle lavoratrici e ai lavoratori Worsp e ci mettiamo al loro fianco nelle giuste lotte che portano avanti per la rivendicazione dei diritti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Worsp, Una città in comune: "Sosteniamo le denunce dei lavoratori. L’AOUP intervenga nei confronti della società"

PisaToday è in caricamento