Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

X Congresso Provinciale della federazione di Pisa del Partito della Rifondazione Comunista

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Anche nella nostra provincia si è conclusa la fase dei Congressi di Circolo, che per Rifondazione Comunista è il momento dirimente del Congresso in cui gli iscritti stabiliscono la linea politica che il partito attuerà nel prossimo futuro. Domani si terrà quindi il nostro congresso provinciale, è un congresso di un partito che ha resistito, che è sopravvissuto a numerosi tentativi di liquidarlo (dall’esterno e dall’interno), che ha elaborato un’analisi delle contraddizioni economiche e sociali originate e confermata dall’evoluzione, della crisi, che ha ostinatamente insistito su una linea politica unitaria per il conflitto. Il dibattito si è articolato su due documenti congressuali Il documento 'Socialismo XXI, per un nuovo umanesimo” e il documento “Rivoluzione e Rifondazione. Il partito che vogliamo: Comunista, Femminista, Libertario'.

Documenti e tesi congressuali che finalmente e a differenza di tante altre soggettività politiche non presuppongono alcuna velleità di divisione, scissione o addirittura scioglimento, ma contribuiscono entrambi agli indirizzi di una comunità politica e umana legata da una appartenenza e da regole costruite democraticamente, che sono elemento sovraordinatore delle relazioni delle donne e degli uomini che ne costituiscono il corpo vivo e operante. Anche nella federazione pisana ci siamo confrontati in queste settimane su questo e sono andati a congresso 19 circoli territoriali in tutta la provincia. Ha votato, ben oltre il 50% degli iscritti. Per un Partito come Rifondazione in cui l’apparato è ridotto al minimo, la militanza assolutamente gratuita e volontaria, anzi caricata della difficile sfida dell’autofinanziamento, la assoluta fiducia e il rispetto per i momenti del lavoro per tutti e tutte è condizione per il rafforzamento della sua iniziativa politica. Con questi presupposti e con questi numeri, che testimoniano ancora una volta la presenza diffusa della nostra organizzazione, domenica 12 marzo al circolo Arci di Badia, nel comune cascinese, si svolgerà il congresso provinciale dove si chiuderà il confronto con le elezioni dei nuovi organismi dirigenti della federazione pisana di Rifondazione Comunista.

Alla giornata congressuale è stata invitata tutta la sinistra pisana sindacale, associativa, movimentista e politica perchè il nostro congresso non vuole essere solo un momemto di confronto interno ma soprattutto la possibilità di ascolto reciproco e di connettersi insieme per affrontare il prossimo futuro cercando di soddisfare i bisogni e i diritti delle classi sociali a cui il capitalismo sta facendo ingiustamente e insopportabilmente pagare la crisi.

PROGRAMMA

  • ore 9.00 Accoglienza delegati e ospiti
  • ore 9,30 Insediamneto presidenza del congresso
  • ore 9.45 Relazione del Segretario uscente
  • ore 10,15 Saluti ed interventi delle/degli ospiti
  • dibattito

pausa pranzo

  • ore 15 ripresa lavori
  • dalle ore 17 votazioni organismi dirigenti di federazione e delegati congressi regionale e nazionale
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

X Congresso Provinciale della federazione di Pisa del Partito della Rifondazione Comunista

PisaToday è in caricamento