menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ziello consigliere del Sindaco alla sicurezza: "Nomina bocciata dalla Prefettura"

Il capogruppo di Diritti in Comune annuncia il contenuto della risposta ricevuta dall'Ente, incalza anche il capogruppo Pd Trapani: "Game over"

Aveva fatto discutere a luglio scorso la nomina del sindaco di Pisa Michele Conti di proprio 'consigliere alla sicurezza' del deputato leghista Edoardo Ziello. Oggi, 8 ottobre, il capogruppo di Diritti in Comune Francesco Auletta informa che "non è compatibile con l'attuale disciplina degli enti locali. E' questa la risposta che abbiamo ricevuto dalla Prefettura in relazione al quesito presentato dal nostro consigliere comunale lo scorso primo agosto".

"Si tratta - attacca il rappresentante della lista - dell'ennesimo schiaffo pesantissimo all'operato del sindaco Conti e alle modalità con cui sta gestendo la macchina comunale. Un'ulteriore sconfitta rispetto al tentativo di costruire una amministrazione parallela fuori da qualsiasi controllo e al di fuori delle norme previste. Il dato politico è che su una materia delicata come la sicurezza una figura priva di qualsiasi titolo ha operato e dato direttive in comune facendo incontri e altre iniziative fuori da qualsiasi legittimità. E non è il primo caso visto che proprio nei giorni scorsi siamo riusciti ad evitare l'altrettanto assurda nomina di Bottai. Oggi con questo parere della Prefettura si chiude anche la vicenda della nomina di Ziello. Il sindaco proceda a ritirare la nomina al deputato della Lega, e come diciamo da tempo chieda scusa alla città e rimetta il suo mandato".

Il capogruppo Pd Matteo Trapani: "Il deputato aveva voluto con forza commissariare l'assessora Bonanno sulla sicurezza. Dopo qualche mese di mirabolanti proposte, di tombini murati e giri sull'idropulitrice, succede quello che avevamo detto fin da subito. La sua nomina a consigliere non è legittima secondo quanto già stabilito nel parere del 2018 e oggi confermato da una risposta del prefetto al capogruppo Auletta. Insomma... proprio tutte le scelte di questa giunta sono frutto di decisioni arruffate".

Rincara anche l'ex sindaco Marco Filippeschi: "Galleria Gramsci, ore 14.45 - scrive in un post su Facebook - l’insegna 'Polizia Municipale' è accesa H24, ma la stanza dei vigili è vuota, come sempre, e il 'Punto Snai' è ancora aperto. Più di due anni persi per trasferirlo altrove (persi, perché?). Questo mentre la Prefettura boccia la nomina illegittima di Ziello a 'consigliere del Sindaco per la sicurezza' e mentre la Polizia Municipale è da oltre sei mesi senza Dirigente-Comandante (dopo che quello bravo che si aveva è tornato a Peccioli). Tutti lo vedono: intorno alla Stazione la situazione è peggiorata per sicurezza e sporcizia. E’ un simbolo del fallimento. Gli spot elettorali sono flop: nessuna promessa è mantenuta. Il Comune è bloccato e Pisa sta perdendo tempo prezioso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento