Influenza, più di 700mila italiani a letto negli ultimi giorni: quando è previsto il picco

Gli ultimi dati diffusi dal Ministero della Salute indicano chiaramente un nuovo aumento dei malati: le cose da sapere e qualche utile consiglio per superare l'influenza con slancio

Il picco ancora non è arrivato, ma gli ultimi dati diffusi dal Ministero della Salute sull'influenza indicano chiaramente un nuovo aumento dei malati. Nella settimana che va dal 21 al 27 gennaio i casi sono stati, su tutto il territorio nazionale, 725mila. Colpiti soprattutto i bambini al di sotto dei cinque anni. Nella stagione autunnale-invernale, da quando è iniziata l'abituale sorveglianza, i malati sono stati più di 3 milioni e 600mila. Il Ministero ricorda che la vaccinazione (la campagna per quest'anno è conclusa) è un metodo efficace per evitare di ammalarsi o, almeno, ridurre le complicanze. La pratica si rivela particolarmente utile per anziani e bambini.

Influenza 2019: sintomi e quanto dura

I sintomi dell'esordio dell'influenza sono quattro: brividi di febbre, dolori articolari, tosse e debolezza. Per chi ha rinunciato al vaccino, il consiglio ovviamente è quello di seguire le indicazioni del proprio medico. Riposo a letto, reidratazione con bevande calde, farmaci antifebbrili, calmanti della tosse e mucolitico, emollienti e balsamici, e poi è sempre una buona idea aver un po' di cautela per evitare di incorrere nelle complicanze come bronchiti, broncopolmoniti e otiti. L'influenza a meno di complicanze impegna l’organismo per un periodo che va da tre a cinque giorni, duranti i quali è bene riposare a letto evitando di esporsi a sbalzi di temperatura.

Picco influenza a febbraio 2019

Il picco dell'influenza dovrebbe essere a febbraio, nella prima metà del mese. Ci si avvicina al picco epidemico stagionale, avvertono gli esperti. Negli ultimi giorni oltre alla Provincia di Trento, sono Umbria, Marche, Abruzzo, Campania e Calabria le Regioni maggiormente colpite.

influenza-6

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cosa mangiare quando si ha l'influenza: consigli utili

Aumentare le calorie consumate, iniziando la mattina con latte, miele o marmellata e portando poi a tavola soprattutto zuppe, verdure, legumi e frutta, aiuta a rafforzare, con l'apporto di vitamine, le difese immunitarie dal rischio dell'insorgenza dell'influenza favorita dal freddo gelido. E' quanto afferma la Coldiretti che ha messo a punto una 'dieta antivirus' con l'arrivo dell'influenza. Negli ultimi 15 anni - sottolinea la Coldiretti - le stagioni con il maggior numero di malati sono state quelle del 2017-2018, del 2004-2005 e del 2010-2011, mentre adesso la tendenza è in crescita ma non siamo ancora al picco massimo dell'influenza.

Per combattere l'epidemia oltre alle normali regole di igiene e ai farmaci in caso di necessità, anche la tavola gioca un ruolo strategico: oltre a frutta a verdura ricche di antiossidanti non devono mancare - continua la Coldiretti - latte, uova e alimenti ricchi di elementi probiotici quali yogurt e formaggi come il parmigiano e, per alcuni esperti, anche il miele e l'aglio, che contiene una sostanza, l'allicina, particolarmente attiva nella prevenzione. Con la discesa del termometro arriva anche il 'permesso' ad aumentare le calorie consumate in relazione ad attività, sesso, età e necessità personali. Importante assumere verdure di stagione, soprattutto quelle ricche di vitamina A (spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, zucchine, carote, broccoletti, ottimi anche cipolle e aglio possibilmente crudi per la valenza antibatterica non indifferente) perché danno il giusto quantitativo di sali minerali e vitamine antiossidanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento