La Torre al posto delle Torri Gemelle: infuria la polemica tra Pisa e Livorno

Il pomo della discordia è un fotomontaggio postato (e poi cancellato) dalla pagina satirica Livornogramm: in occasione dell'anniversario dell'attentato dell'11 settembre 2001, la Torre di Pisa aveva preso il posto delle Torri Gemelle

Un tentativo di fare della satira (venuto neanche troppo bene, giudicando la scarsa accuratezza del fotomontaggio)? Oppure una provocazione evitabile, tanto più che non più tardi di due giorni fa nei gruppi Facebook di Pisa e provincia si ricordava con commozione la tragedia dell'alluvione che tra il 9 e il 10 settembre del 2017 colpì Livorno e la sua provincia, facendo anche diversi morti? A giudicare dalle reazioni furibonde di centinaia di utenti pisani, la trovata della pagina Livornogramm risponde al secondo interrogativo.

Il pomo della discordia è il post pubblicato questa mattina, venerdì 11 settembre, su Facebook dal blog satirico labronico nel quale si celebrava l'anniversario del tragico attentato alle Torri Gemelle di New York dell'11 settembre 2001. Peccato che al posto delle due costruzioni che ospitavano il World Trade Center ci fossero due copie della Torre di Pisa: una già fumante, l'altra in procinto di essere colpita dal secondo aereo dirottato dagli attentatori di Al-Qaeda. Una trovata che nel giro di pochissimo tempo è rimbalzata sui cellulari e sui profili di moltissimi cittadini pisani, i quali hanno segnalato la pubblicazione e reagito con commenti di condanna alla scarsa sensibilità degli amministratori del blog livornese.

Facebook ha rimosso il post contestato ma sulla pagina Livornogramm la contesa tra pisani e livornesi non è terminata. Anzi, si è arricchita di un nuovo capitolo con il post pomeridiano, nel quale la protagonista è ancora la Torre di Piazza dei Miracoli, abbarbicata stavolta sugli scogli di Calafuria.

livornogramm torre di pisa fotomontaggio 11 settembre 2020

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Sciopero in sanità, scuola e trasporti il 25 novembre: orari e modalità

Torna su
PisaToday è in caricamento