social

Fare il bagno in Toscana, quattro fiumi da non perdere

Ecco dove trascorrere una giornata di relax prima che l'estate giunga al termine

L'estate si sta ormai avviando verso la fine, ma le giornate soleggiate e calde permettono di concedersi ancora qualche bagno rinfrescante. Per chi preferisce il fiume al mare, ecco qualche suggerimento per trascorrere una giornata di relax prima di tornare alla monotonia della vita autunnale.

Masso delle Fanciulle - Fiume Cecina

È uno dei luoghi più amati della Toscana, immerso in un paesaggio da favola. Il Masso delle Fanciulle, così chiamato in quanto, secondo la leggenda, tre giovani trovarono qui la morte per annegamento nel tentativo di fuggire da un lupo mannaro (o secondo altre versioni da un signorotto locale), si trova nella riserva del Berignone, tra Volterra e Pomarance. L'acqua qui è limpida e fresca, l'ideale per un bagno rigenerante.

Stretti di Giaredo

Gli stretti di Giaredo, situati nelle vicinanze di Pontremoli, sono piccoli canyon in cui l'acqua cristallina scorre in mezzo a due pareti rocciose che arrivano a superare i 50 metri di altezza. Questi sentieri sono di difficile percorrenza ed è quindi consigliabile visitarli attraverso un'escursione guidata.

Pozze della Desiata 

A Seravezza, nelle vicinanze della Versilia, troviamo le acqua della Desiata, pozze gelide immerse in una natura incontaminata. Da non perdere la cascata, attrattiva principale del luogo.

Cascate di Malbacco 

Imperdibili sono infine le cascate di Malbacco, site nell'alta Versilia a ridosso delle Alpi Apuane. Il torrente Serra ha qui scavato nella roccia formando uno scivolo naturale alto una decina di metri, dal quale è possibile tuffarsi o scivolare nella sottostante piscina naturale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fare il bagno in Toscana, quattro fiumi da non perdere

PisaToday è in caricamento