'La casa di Mario', a sostegno di una vita indipendente

L'Associazione nazionale mutilati e invalidi civili (Anmic) ha curato la realizzazione di un progetto di co-housing a Putignano, inaugurato pochi giorni fa alla presenza del sindaco di Pisa

Inclusione, sostegno, indipendenza e solidarietà: sono i pilastri sui quali poggiano le fondamenta de 'La casa di Mario', il progetto di co-housing pensato da Anmic Pisa con l'appoggio del Comune di Pisa. Gli appartamenti per persone con fragilità sono stati inaugurati lo scorso 9 ottobre alla memoria di Monsignor Mario Cecchetti a Putignano alla presenza del sindaco Michele Conti, il quale sulla sua pagina Facebook ha espresso grande soddisfazione: "La nostra amministrazione è molto vicina al lavoro sul territorio dell’associazione, dobbiamo investire in questa direzione e lo faremo. Il mio sogno, che cercherò di concretizzare cercando collaborazioni, è quello di realizzare, su un terreno comunale nella zona di Pisanova, sei appartamenti a piano terra da destinare a famiglie in cui sono presenti persone con disabilità. Lavoriamo per una società più inclusiva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento