Qualità e preparazione professionale: Eleven Cafè selezionato per la Florence Cocktail Week

La rassegna che riunisce i migliori cocktail bar della regione è in corso e proseguirà fino a domenica 20 settembre. Eleven Cafè porta in alto la professionalità e la qualità di Pisa e provincia

Qualità, passione e professionalità: sono i concetti attorno ai quali Alessandro Bartalini e suo figlio Valerio hanno costruito l'Eleven Cafè. Nato il 20 giugno 2011 come bar all'interno della bella cornica di Piazza Chiara Gambacorti, adesso il locale è divenuto un punto di riferimento nazionale del buon bere. "Non a caso siamo presenti in ben tre guide di respiro internazionale - afferma con orgoglio Alessandro Bartalini - dapprima siamo stati inseriti nell'inserto del quotidiano Repubblica, poi Guido Bellanca ci ha inseriti in 'Toscana da bere'. E da quest'anno finalmente abbiamo messo piede anche nel 'Gambero Rosso'. Un risultato eccezionale".

Merito, come conferma Alessandro, della dedizione del figlio Valerio. "E' lui il barman ed è lui la mente di tutte le nostre creazioni. Nel corso degli anni si è formato con certificazioni e diplomi in corsi nazionali e internazionali. La sua preparazione, trasmessa a tutto il locale, ci ha consentito di guadagnarci la stima e gli apprezzamenti di un pubblico trasversale". E anche della critica, a giudicare dal quarto posto con il quale Eleven Cafè lo scorso anno ha chiuso la rassegna Florence Cocktail Week: la kermesse che raccoglie a Firenze i migliori cocktail bar della regione. Nel 2019 parteciparono dieci locali, e il bar pisano riuscì a piazzarsi ai piedi del podio. "Quest'anno non c'è competizione - spiega Alessandro - sulla scia della solidarietà e del mutuo sostegno provocata dal Coronavirus, la manifestazione si è trasformata in una rassegna. E tra i 70 locali selezionati dagli organizzatori, abbiamo il pregio e il vanto di essere gli unici portacolori di Pisa e provincia".

Alla base dell'offerta di Eleven Cafè c'è lo studio approfondito della materia prima: "Le componenti basilari dei nostri cocktail sono fatte in casa. Ciò ci consente di mantenere molto alta la qualità dei drink proposti a una clientela molto vasta. Andiamo dagli studenti fino alle famiglie pisane: tutti apprezzano i nostri prodotti" sottolinea Alessandro Bartalini. "Periodicamente ci rechiamo a Londra, la capitale mondiale dei cocktail drink, per recepire nuovi input e riproporli, declinati con le giuste misure, nel panorama pisano". Bartalini conclude: "Da due anni facciamo parte del 'Club Negroni': nel 2021 ci auguriamo di poter festeggiare il terzo anno. Oltre ai cocktail più tradizionali, nel locale i clienti possono trovare anche una drink list particolare, composta da 8 cocktail di nostra invenzione. Viene cambiata due volte al'anno: adesso proponiamo un menu che prende spunto dal cinema".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

Torna su
PisaToday è in caricamento