rotate-mobile
social

Ferragosto 2023, cinque terme naturali da non perdere in Toscana

Ecco qualche consiglio per trascorrere una giornata di assoluto relax

Non solo spiaggia e mare. A Ferragosto, giornata clou dell'estate, è possibile trovare un po' di relax anche in una delle tantissime terme naturali di cui è ricca la nostra regione. Vediamo qualche suggerimento per trascorrere una giornata all'insegna del benessere e della spensieratezza.

Terme di San Filippo

Nello splendido panorama della Val d'Orcia troviamo le terme libere di Bagni San Filippo, che si snodano lungo il corso del Fosso Bianco e che si caratterizzano per la presenza di depositi calcarei formati dalle calde acque termali solfuree. Tra questi, gode di particolare fama la celebre "Balena Bianca".

Terme di Bagno Vignoni

Sempre in Val d'Orcia troviamo le terme libere di Bagno Vignoni, site sotto il parco dei mulini. Le sue acque, che sgorgano dal sottosuolo ad oltre 50 gradi di temperatura, sono le più calde della Toscana e sono indicate per i trattamenti estetici della pelle e per quelli terapeutici dell'apparato scheletrico.

Terme di Saturnia

Quelle di Saturnia sono probabilmente le terme naturali più note della nostra regione. Immerse in un angolo di natura incontaminata nel comune di Manciano, in provincia di Grosseto, sono caratterizzate da calde acque biancastre la cui temperatura rimane sempre stabile sui 37,5 gradi sia d'estate che d'inverno. Quest'area termale si caratterizza per la presenza di numerose cascate: uno scenario unico che attira ogni anno migliaia di visitatori.

Terme di San Casciano

Collocate vicine al confine con Lazio ed Umbria, le terme libere di San Casciano erano già note ai Romani. Le sue acque, racchiuse in antichi lavatoi e vasche di pietra, hanno una temperatura di 41 gradi ed offrono una grande varietà di effetti benefici. Non essendo molto note, queste terme possono essere visitate in tutta tranquillità.

Terme di Petriolo

Nella Valle dell'Ombrone, a pochi passi da Siena, troviamo le terme di Petriolo, conosciute e utilizzate fin dall'epoca romana. Ricche di zolfo, sono perfette per la cura di numerose malattie croniche, soprattutto a carico del sistema cutaneo e dell'apparato osteoarticolare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto 2023, cinque terme naturali da non perdere in Toscana

PisaToday è in caricamento