social

19 marzo, auguri a tutti i papà: 5 curiosità sulla festa

Che siano babbi o papà, i padri in famiglia vengono festeggiati il 19 marzo. Da dove proviene questa ricorrenza? Qual è il dolce tipico di questo giorno?

Con ogni probabilità se conducessimo una ricerca statistica sulla popolazione di Pisa e provincia, una schiacciante maggioranza delle persone si rivolgerebbe a suo padre indicandolo come 'babbo'. Ma nonostante questo particolare, la festa del papà anche sotto la Torre e sulle sponde dell'Arno è una ricorrenza molto diffusa e celebrata da molte famiglie con piccoli pensieri, un pranzo o una cena pieni di amore e le immancabili frittelle.

1. Origini storiche

La festa del papà nasce nei primi decenni del 20° secolo, complementare alla festa della mamma per festeggiare la paternità e i padri in generale. La festa è celebrata in varie date in tutto il mondo, spesso è accompagnata dalla consegna di un regalo al proprio padre. Già nel 1871 la Chiesa Cattolica aveva proclamato San Giuseppe (festeggiato il 19 marzo) protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa universale. Come sintetizzava papa Leone XIII: "In Giuseppe hanno i padri di famiglia il più sublime modello di paterna vigilanza e provvidenza; i coniugi un perfetto esemplare d'amore, concordia e fedeltà coniugale; i vergini un tipo e difensore insieme della integrità verginale. I nobili imparino da lui a conservare anche nella avversa fortuna la loro dignità e i ricchi intendano quali siano quei beni che è necessario desiderare. I proletari e gli operai e quanti in bassa fortuna debbono da lui apprender ciò che hanno da imitare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

19 marzo, auguri a tutti i papà: 5 curiosità sulla festa

PisaToday è in caricamento