rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
social

Giornata Mondiale dell'Acqua, il decalogo di Legambiente per preservare "l'oro blu"

Ogni 22 marzo, a partire dal 1992, si celebra l'importanza di questa risorsa essenziale per la vita

Nella giornata di oggi, mercoledì 22 marzo, si celebra la Giornata Mondiale dell'Acqua (World Water Day), istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite e giunta quest'anno al suo 31esimo anniversario. Una ricorrenza volta a sottolineare l'importanza di questa risorsa, imprescindibile per la vita umana. Per evitare gli sprechi, Legambiente ha stilato un vero e proprio decalogo urbano per risparmiare quello che viene definitito "l'oro blu".

Il decalogo di Legambiente

  • Approvare in tutti i Comuni Regolamenti edilizi con obblighi di recupero, riutilizzo e risparmio dell'acqua.
  • Criteri Ambientali Minimi per migliorare la gestione idrica attraverso gli appalti pubblici.
  • Infrastrutture e tetti verdi, vantaggiosi per la cattura e il trattamento dell'acqua piovana, l'ombreggiamento, la mitigazione dell'effetto isola di calore.
  • Riuso, recupero e riciclo per riutilizzare e usare le diverse fonti d'acqua con un trattamento che corrisponda all'uso, garantendo una qualità adatta allo scopo di utilizzo e la gestione integrata delle risorse idriche.
  • Ammodernamento della rete idrica per evitare le perdite di rete e gli sprechi.
  • Efficientare la depurazione delle acque reflue urbane, per il loro completo riutilizzo in settori strategici, come l'agricoltura, sia sostenendo gli ambiziosi obiettivi previsti dalla revisione della Direttiva sul trattamento delle acque di scarico urbane che superando gli ostacoli normativi nazionali rispetto al riutilizzo delle acque reflue così come previsto dal regolamento UE 741/2020.
  • Innovazione tecnologica da utilizzare per numerosi scopi, dal monitoraggio delle risorse al tracciamento delle perdite di rete.
  • Rifornire i corpi idrici e i loro ecosistemi, scaricando solo quello che può essere assorbito dall'ambiente naturale, riducendo gli apporti idrici e garantendone la qualità.
  • Modularità dei sistemi, garantendo opzioni multiple di risorse, trattamento, stoccaggio, convogliamento, migliorando i livelli di servizio e la resilienza dei sistemi idrici urbani.
  • Essere preparati agli eventi estremi, coinvolgendo i cittadini nella gestione sostenibile delle risorse idriche urbane e nella sensibilizzazione alla comprensione dei rischi e opportunità.
  • E' sempre meno e non è soltanto colpa della siccità. L'acqua è la “linfa vitale” dell'umanità e se da una parte del mondo 2 miliardi di persone non ne hanno accesso e più di 3 miliardi e mezzo non sanno cosa siano servizi igienici e sanitari affidabili, dall'altra se ne fa un consumo eccessivo e spudorato.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata Mondiale dell'Acqua, il decalogo di Legambiente per preservare "l'oro blu"

PisaToday è in caricamento