Gli itinerari enogastronomici in Toscana da non perdere

Per gli amanti del buon cibo e dell'ottimo vino, in Toscana ci sono molteplici opportunità di esperienze enogastronomiche indimenticabili

Il turismo enogastronomico è un viaggio volto alla scoperta dell’enogastronomia di un territorio e attraverso il quale il turista può fare esperienza della cultura locale e acquisire il senso del luogo. Lo stretto legame fra enogastronomia, cultura e turismo viene rimarcato dalla stessa Organizzazione Mondiale del Turismo, secondo la quale questa pratica turistica consente al viaggiatore di entrare in contatto con la cultura del luogo che sta visitando in un modo più attivo e coinvolgente grazie al 'medium' del cibo.

Oggi è ormai evidenza condivisa che questo segmento sia fra i più dinamici nel turismo, numerosi sono gli studi e le ricerche di mercato che ne evidenziano l’accresciuta rilevanza. A livello mondiale, si stima che il 93% dei turisti leisure ha partecipato a esperienze a tema rilevanti nel corso delle sue più recenti vacanze e il 49% ha indicato come cibo e vino siano stati la ragione principale di almeno un proprio viaggio negli ultimi due anni. Un dato che evidenzia la nuova centralità assunta dall’enogastronomia, che da elemento accessorio si è trasformata in una componente in grado di influenzare il comportamento del turista.

Gli itinerari in Toscana

Il Movimento Turismo del Vino è un importante punto di riferimento per tutti gli appassionati e i curiosi che intendono trascorrere delle vacanze cullati dalle fragranze del vino toscano e dai prodotti tipici della regione. Si tratta di un’associazione no profit nata nel 1993 con l’obbiettivo di promuovere le visite nei luoghi di produzione del vino e l’incontro con i suoi protagonisti.

E’ presieduto da Nicola D’Auria e associa circa 1000 cantine in tutta Italia unite dal desiderio di offrire ai visitatori esperienze importanti per approfondire la cultura del vino. La segreteria nazionale ha sede a Roma presso la sede dell’Unione Italiana Vini. Il Movimento Turismo del Vino è diviso in delegazioni regionali, ciascuna coordinata da un presidente ed un consiglio direttivo. Il Movimento Turismo del Vino Toscana associa oltre 100 cantine in rappresentanza di tutte le aree vinicole della regione.

– Provincia di Firenze (Chianti Classico e Chianti Colli Fiorentini)

– Provincie di Arezzo e Siena (Chianti Classico, Brunello di Montalcino, Nobile di Montepulciano, Vernaccia di San Gimignano, Chianti Colli Senesi, Chianti Colli Aretini e Orcia doc)

– Provincie di Grosseto, Pisa e Livorno (Chianti Colline Pisane, Morellino e Bolgheri doc)

– Provincie di Prato, Lucca e Pistoia (Carmignano e Montecarlo doc)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul sito dell'associazione si possono reperire tutti i dettagli degli itinerari che è possibile seguire alla ricerca del vino preferito o di quello più particolare. Un altro importante 'motore di ricerca' degli itinerari enogastronomici più interessanti è Vinis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Caccia al cinghiale estesa oltre i confini ordinari

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Covid in classe: cinque nuovi casi nelle scuole di Pisa

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

  • Mareggiata a Marina di Pisa: allagamenti e pietre sul lungomare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento