Il ponsacchino, il livornese e il lucchese: accenti e comicità di Jonathan Canini

Il comico nato nel 1994 in provincia di Pisa è diventato un personaggio conosciutissimo prima sul web e poi dal vivo grazie agli spettacoli organizzati in Toscana

Nato nel 1994 in provincia di Pisa, nel corso del tempo Jonathan Canini ha affinato la sua vena comica, fino a trovare una strada molto particolare con la quale incanalare tutta la sua simpatia. Il concetto è molto semplice: la Toscana è il paese dei campanili e degli accenti. Per chi viene da fuori la calata tipicamente toscana è quella fiorentina, al punto che dal Trentino alla Sicilia quando si svela la propria provenienza, automaticamente l'interlocutore si sente in diritto di scimmiottare l'accento della città del giglio.

E puntualmente dobbiamo sottolineare che la parlata di Firenze è totalmente differente rispetto a quella delle altre zone della regione. E via di esempi per far capire ciò che si sta spiegando. Ebbene, Jonathan ha fatto di questa varietà dialettica il suo pezzo forte, conquistando grandi e piccini sul web e dal vivo con i suoi spettacoli tenuti in giro per la Toscana. I suoi personaggi più conosciuti sono il ponsacchino, il lucchese (di Campocatino), il fiorentino e il livornese. Tutti con nomi rigorosamente appropriati per la zona di provenienza, tutti con accenti marcatissimi, tutti clamorosamente simpatici.

Ecco una gag dalla pagina Facebook ufficiale di Jonathan Canini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

  • Addio a Merlino, l'alano pisano star dei social

  • Coronavirus in Toscana: sono 436 i nuovi casi positivi

Torna su
PisaToday è in caricamento