social

Martedì grasso, significato e tradizioni dell'ultimo giorno di Carnevale

La sua ricorrenza cade quest'anno il 16 febbraio

Oggi, 16 febbraio, è martedì grasso, il giorno che, per tradizione, mette fine ai festeggiamenti del Carnevale inaugurando, al contrario, il periodo della Quaresima, che inizia con il mercoledì delle Ceneri. Una ricorrenza che chiude la settimana grassa del Carnevale, iniziata quest'anno l'11 febbraio con il giovedì grasso.

Martedì grasso: significato e tradizione

Le date del Carnevale cambiano di anno in anno, poiché si tratta di una ricorrenza che dipende dalle festività pasquali. Secondo la tradizione cristiana il Carnevale deve infatti essere seguito dalla Quaresima, i 40 giorni di digiuno e preghiera che portano alla Pasqua. Ciò ha portato alla coniazione di "martedì grasso", in quanto questo giorno, anticamente, rappresentava l'ultima occasione per consumare ricchi banchetti a base di carne prima del periodo della penitenza. Anche lo stesso termine "Carnevale", derivando dal latino carmen e levare, significherebbe per alcuni studiosi "eliminare la carne", in riferimento all'osservanza religiosa che prevede il divieto di consumare carne a partire dal mercoledì delle Ceneri fino al termine della Quaresima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Martedì grasso, significato e tradizioni dell'ultimo giorno di Carnevale

PisaToday è in caricamento