Commozione e rispetto: anche Pisa ricorda Gigi Proietti

Il grande mattatore romano ha unito tutti nel suo ricordo nel giorno della sua morte. Anche i pisani su Facebook lo ricordano

Foto dal gruppo Facebook 'Foto, filmati e aneddoti della Pisa che fu'

Un gigante. Sotto tutti gli aspetti: umano, professionale, emotivo. Gigi Proietti ha accompagnato per decenni la vita degli italiani con la sua abilità incredibile di caratterizzare abitudini, passioni, manie, sogni, virtù e difetti del Paese. Attore, cantante, presentatore, regista: un vero e proprio immortale della cultura contemporanea italiana.

La sua morte, avvenuta esattamente nel giorno del suo ottantesimo compleanno lo scorso 2 novembre (quasi come se Gigi avesse deciso di riservarci l'ultimo colpo di teatro della sua carriera), ha scatenato anche sui social un flusso inesauribile di ricordi, immagini, sketch dell'artista romano. Anche sui gruppi e sulle pagine Facebook popolate dai pisani non sono mancati i saluti affettuosi e i ricordi delle sue esibizioni.

Una su tutte è stata celebrata con più emozione: l'arrivo a Pisa di Proietti in occasione della rappresentazione della Tosca al Teatro Verdi. Era il 1984 e questo momento è stato riproposto con un paio di foto sul gruppo Facebook 'Foto, filmati e aneddoti della Pisa che fu'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

Torna su
PisaToday è in caricamento