menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Adiós Diego": Pisa saluta Maradona

Diego Armando Maradona, 'el más grande', si è spento a 60 anni in seguito a un arresto cardiocircolatorio. A Pisa nel 1991 giocò per la prima e unica volta in carriera con la maglia numero 9 del Napoli

Per tanti, tantissimi appassionati del calcio, Maradona è stato il più grande di tutti i tempi. Un vero e proprio dio del pallone. E nel giorno della sua scomparsa passa in secondo piano anche la sua condotta sregolata fuori dal campo. Oggi, mercoledì 25 novembre 2020, il fenomeno argentino si è spento nella casa di Tigre a causa di un arresto cardiocircolatorio.

La notizia della morte di Maradona ha fatto il giro del mondo in pochissimo tempo, facendo unire nel cordoglio tutta la società, sportiva e non. Era un'icona Diego: dell'irriverenza verso le istituzioni e i poteri forti, del genio, delle qualità eccezionali al servizio del calcio, di Napoli e del Napoli, di un tempo quasi mitico che non tornerà più. In quell'epoca leggendaria ha partecipato da protagonista anche il Pisa Sporting Club: erano gli anni di Romeo Anconetani e dei 30mila spettatori stipati sugli spalti dell'Arena Garibaldi per vedere dal vivo la gara dei nerazzurri contro il Napoli di Diego.

C'è un episodio storico che lega Pisa con Maradona: il 17 febbraio 1991, nella partita valida per il campionato di Serie A, Diego giocò per la prima e unica volta nella sua carriera partenopea con la maglia numero 9. Quella casacca fin da subito è divenuta un oggetto di culto per i collezionisti e gli appassionati, al punto da essere stata venduta all'asta per la cifra record di 15mila euro. L'acquirente, nel 2018, dell'asta di Football Memorabilia è stato un cittadino britannico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Indice di massa corporea, cos'è e come si calcola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento