Addio ora legale: si torna a quella solare

Si avvicina il momento fatidico del cambio di orario. Tutte le informazioni

Si avvicina il momento fatidico del cambio di ora. Tra poco dovremo dire addio all'ora legale per tornare a quella solare. Quest'anno le lancette dovranno essere spostate indietro nella notte tra il 27 e il 28 ottobre, precisamente alle tre di notte. Come sempre nessun problema per i dispositivi elettronici connessi ad internet che si aggiorneranno da soli.

Ci avviciniamo dunque al periodo dell'anno in cui le giornate sono sempre più corte (anche a causa del cambio di orario) e farà buio prima. Ovviamente il rovescio della medaglia è che di mattina avremo un po' più di luce. 

Cambio di orario: potrebbe essere l'ultima volta

Quello in corso potrebbe essere l'ultimo anno in cui saremo costretti a cambiare orario. Com'è noto qualche settimana fa la Commissione europea ha rilanciato l'idea di abolire il cambio dell'ora due volte l'anno, in seguito alla consultazione con diversi milioni di cittadini europei. Ogni singolo Stato potrà però decidere se adottare l'ora solare o l'ora legale, anche se il presidente Juncker ha detto che in futuro "dovrà essere l'ora estiva a divenire la regola". Se la norma dovesse essere approvata entrerà in vigore proprio da ottobre 2019. 

Ora solare, gli effetti sul nostro comportamento

Esistono ulteriori e approfonditi studi che documentano un cambiamento della qualità del sonno con il cambiamento di orario. Gli effetti negativi di questo disturbo colpiranno i 'gufi', le persone che prediligono coricarsi alle ore piccole, e soprattutto le 'allodole', che amano godersi le prime ore di luce del giorno. Secondo recenti statistiche in questi periodi dell'anno aumentano notevolmente gli incidenti stradali, verosimilmente legati a una minore capacità di concentrazione e ad un maggior rischio quindi d'incorrere in disattenzioni fatali.

Consigliata attività fisica aerobica, a chi non soffre di pericolosi fattori di rischio cardiocircolatori. Vietate le abbuffate, ma anche lo spuntino di mezzanotte che appesantisce prima di andare a dormire. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento