menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pontasserchio, Phone Island festeggia un anno di attività malgrado la pandemia. I gestori: "Mesi difficili, ma non abbiamo perso l'entusiasmo"

Il negozio di telefonia, gestito da Andrea Bellini e Marco Lovato, è stato inaugurato l'8 marzo 2020

Un anno di attività, malgrado la pandemia. Phone Island, negozio di telefonia con sede in via Di Vittorio a Pontasserchio, ha festeggiato ieri, 8 marzo, il primo anniversario dall'apertura. Un traguardo tutt'altro che scontato, viste le misure restrittive imposte dall'emergenza Covid che hanno inevitabilmente gravato sulle attività commerciali. Ma Andrea Bellini e Marco Levato, giovani di 25 e 30 anni e già titolari di un altro punto vendita a Vecchiano, non hanno alzato bandiera bianca. "È stato un anno davvero difficile, che non ci ha però tolto l'entusiasmo e la passione per il nostro lavoro", raccontano i due.

Bellini e Lovato: "Ce la siamo vista brutta, ma non ci siamo persi d'animo"

"Abbiamo inaugurato il nostro negozio l'8 marzo 2020 - raccontano Andrea e Marco -. Dopo soli due giorni di lavoro è stato pubblicato il primo Dpcm e le successive restrizioni che ci hanno subito bloccato. Ce la siamo vista brutta, ma senza perderci d'animo ci siamo dati da fare, cercando di stare vicino ai nostri clienti e supportarli anche a distanza.

"Cerchiamo di offrire il miglior servizio possibile per tutto ciò che riguarda vendita, assistenza e riparazione di smartphone, modem e installazione impianti wi-fi - hanno continuato i due -. Nei primi mesi di lockdown abbiamo anche attivato uno specifico servizio di delivery per il ritiro e la riparazione degli smartphone con consegna a domicilio. Abbiamo imparato da subito a lavorare rispettando scrupolosamente i protocolli di sicurezza, ma dopo le difficoltà iniziali possiamo ritenerci soddisfatti. Dopo un 2020 e un inizio di 2021 così difficili siamo felici di essere qua a festeggiare il nostro primo anno di attività".

Pieragnoli (Confcommercio Pisa): "2021 altro anno difficile"

"Da un anno a questa parte è praticamente impossibile fare impresa in condizioni normali e nell'ultimo anno solo in Toscana hanno chiuso 1.700 imprese del commercio" - commenta il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli -. Per questo è ancora più bello vedere due giovani imprenditori che a un anno esatto dall'inizio della pandemia lavorano con entusiasmo e professionalità. Diventa sempre più difficile guardare con ottimismo al futuro, ma le capacità e la determinazione degli imprenditori ci danno forza e speranza per affrontare al loro fianco tutte le difficoltà che ci prospetta il 2021".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento