Come eliminare le macchie di caffè: i rimedi naturali

Jeans, cotone, sintetico: il caffè per gli italiani è un rito da rispettare in casa e fuori, ma quando si versa sui vestiti sono dolori. Ecco alcuni metodi naturali per correre ai ripari

Il caffè è la bevanda più consumata da tutti gli italiani, preferita appena svegli, per iniziare al meglio la giornata, dopo pranzo o durante una pausa dal lavoro.  A chi non sarà capitato almeno una volta nella vita di ritrovarsi con un’evidente macchia di caffè sul capo d’abbigliamento indossato, o con macchie su divani, tappeti, tovaglie o moquette. Ci sono diversi modi per togliere queste odiose macchie senza danneggiare i tessuti, ma la cosa più importante è cercare di agire tempestivamente per eliminarle senza eccessivi problemi.

Acqua bollente

In caso di macchia di caffè fresca è possibile sfruttare il metodo dell’acqua sotto pressione. Stendendo il capo macchiato sopra un contenitore e passandolo sotto acqua bollente la macchia svanirà in pochi minuti. 

Aceto di mele

Per creare un potente smacchiatore naturale a base di aceto di mele occorre unire a due cucchiai di aceto sei cucchiai di acqua distillata. Inserendo il composto ottenuto in uno spruzzino, dopo averlo agitato, si potrà spruzzare sulla macchia, lasciando agire il prodotto per una quindicina di minuti. Trascorso questo tempo strofinare con uno spazzolino delicato la zona del capo trattata fino alla scomparsa dell’alone, per poi procedere con un normale lavaggio. Questo è un metodo naturale e super economico per creare un potente smacchiatore adatto per macchie forti, come quelle del caffè, e per qualsiasi altra chiazza presente sui tessuti.

Anche l’aceto di vino bianco risulta molto efficace per eliminare le macchie di caffè. Basterà unire due cucchiai di aceto bianco ad un bicchiere di acqua tiepida ed iniziare a tamponare delicatamente cil tessuto macchiato on un panno pulito imbevuto in questa soluzione fino a quando l’alone non sarà sparito del tutto.

Sapone di marsiglia

Il sapone di marsiglia è considerato da sempre uno dei migliori smacchiatori in assoluto, e questo vale anche per la rimozione delle macchie di caffè. Dopo aver eliminato il liquido di caffè in eccesso con una comune carta da cucina occorre bagnare un angolo della pietra di sapone ed iniziare a passarla sulla macchia come se fosse una gomma da cancellare. Quando si è formato abbastanza sapone sulla macchia, lasciare agire per una decina di minuti e risciacquare. Ripetere l’operazione fino a quando l’alone non svanisce del tutto.

Candeggina

Per i capi bianchi è possibile togliere le macchie di caffè con candeggina per capi delicati, versandola direttamente sulla macchia e lasciandola agire per una decina di minuti, per poi avviare il normale ciclo di lavaggio in lavatrice.
Per le macchie più ostinate lasciare il tessuto macchiato in ammollo in una bacinella piena d’acqua con un bicchiere di candeggina per un’intera notte.

Caffè sul materasso

E' bello fare colazione a letto…tranne quando una goccia di caffè non finisce per sbaglio sul materasso. In questi casi, si può eliminare la macchia di caffè con una soluzione semplice e naturale. Basta unire in una ciotola 4 bicchieri di acqua bollente, 2 cucchiai di sapone di marsiglia grattugiato, 2 cucchiai di bicarbonato e 1 bicchiere di aceto bianco, poi versare la miscela in un contenitore spray. A questo punto passare sulla macchia un batuffolo di cotone inumidito di glicerina, lasciare agire per un quarto d’ora e poi spruzzare la soluzione spray preparata, aiutandosi con uno straccetto umido se necessario.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 14 e 15 settembre

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Spari al Cep: fermate due persone

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento