social

San Faustino, le origini della festa dei single: tradizione e leggende popolari

Il 15 febbraio, il giorno dopo San Valentino, è dedicato a coloro che non sono impegnati in una relazione

Se il 14 febbraio si celebra la festa degli innamorati con San Valentino, il 15 tocca ai single prendersi la loro "rivincita". In questa data si festeggia infatti San Faustino, ricorrenza dedicata a tutti coloro che, al momento, non sono impegnati in alcuna relazione. Ma chi era San Faustino? E perché il suo nome è stato associato alla festa dei single? Scopriamolo insieme.

San Faustino, le origini della festa dei single

San Faustino era un nobile cavaliere vissuto nel II secolo d.C. che, dopo una lunga carriera militare, fu convertito al cristianesimo dal vescovo Apollonio. Insieme al fratello Giovita, venne ucciso il 15 febbraio di un anno compreso tra il 120 ed il 134 d.C. poiché si rifiutò di compiere dei sacrifici in onore degli dei. Il suo nome è stato associato alla festa dei single in virtù di alcune leggende popolari, secondo le quali San Faustino, durante la propria vita, si impegnò con ardore ad aiutare alcune donne a trovare marito. Altri, invece, sostengono che il nome Faustino, dal latino faustus, "favorevole, propizio", porterebbe fortuna, in particolare a coloro che sono alla ricerca dell'anima gemella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Faustino, le origini della festa dei single: tradizione e leggende popolari

PisaToday è in caricamento