rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
social

Solstizio d'estate, significato e curiosità sul giorno più lungo dell'anno

Il 21 giugno ha ufficialmente inizio la stagione estiva: in questo giorno le ore di luce raggiungono il picco

Malgrado le temperature si siano fatte bollenti ormai già da settimane, inizia ufficialmente oggi la stagione estiva. Il 21 giugno ricorre infatti il solstizio d'estate, che per la precisione, in questo 2022, si verificherà alle 11.13 del mattino. Quella odierna, quindi, sarà la giornata più lunga dell'anno, con ben 15 ore e 14 minuti di luce. A partire dal 22 giugno, invece, le ore di luce inizieranno gradualmente a diminuire.

Cos'è il solstizio d'estate

La parola "solstizio" deriva dal latino "solstitium", termine formato da "sol" ("sole") e dal verbo "sistere" ("fermarsi"), e sta ad indicare il fatto che il sole, in questa giornata, si ferma e raggiunge la sua altezza massima rispetto all'equatore. Dopo, in maniera graduale, inizierà a scendere fino all'altezza più bassa nel solstizio d'inverno, vale a dire il giorno più corto dell'anno.

Il solstizio d'estate è un fenomeno astrologico che non è fisso: può infatti cadere tra il 20 ed il 21 giugno a seconda degli anni ed ha sempre un orario preciso in cui si verifica. Tutto dipende dall'inclinazione della Terra (23°27′) rispetto al piano dell'orbita durante il suo moto di rivoluzione. Il sole, così, raggiunta la massima altezza sull'orizzonte, illumina l'emisfero boreale per il maggior numero di ore dell'anno regalando a questa giornata il potere di essere la più lunga di tutto l'anno.

Curiosità e riti magici

Il solstizio d'estate veniva celebrato nell'antichità con riti magici e pagani. In tale giorno, infatti, si ringraziava Madre Terra ed i festeggiamenti erano spesso accompagnati da fuochi purificatori per scacciare le tenebre celebrando il bene. Ciò veniva fatto bruciando vecchie erbe e ballando intorno al fuoco.

Spesso i riti pagani si intrecciano con la figura di San Giovanni Battista: i festeggiamenti del Santo cadono il 24 giugno ed i riti del solstizio vogliono che si raccolga un mazzetto porta fortuna formato da iperico, artemisia o cintura del diavolo, ruta, mentuccia, prezzemolo, rosmarino, aglio e lavanda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solstizio d'estate, significato e curiosità sul giorno più lungo dell'anno

PisaToday è in caricamento