Come cuocere le caldarroste: i consigli e i trucchi

Ecco una serie di trucchi e consigli per preparare delle caldarroste da sogno

Le castagne sono il frutto autunnale per eccellenza, quello che più di tutti dà vita a odori e ricordi di casa: un camino, il tepore familiare e le fredde domeniche pomeriggio sono il connubio perfetto per gustarle al meglio. E non c'è niente che richiami alla mente l'autunno come un bel sacchetto di caldarroste fumanti. L'ideale è avere un camino o una bella brace all'aperto, ma se, come tanti altri, non hai queste possibilità, puoi optare per diversi strumenti e metodi di cottura per preparare le tue castagne in casa. Vediamo quali sono.

Castagne al forno

Per preparare le castagne al forno, inizia intaccando le castagne 'a croce' (praticando quindi un taglio orizzontale ed uno verticale), trasferiscile in una teglia e cuoci in forno a 220°, ricordanti di mescolarle ogni tanto; il tempo di cottura delle castagne al forno può variare a seconda della grandezza del frutto e dal forno, ma per velocizzare i tempi puoi sbollentarle in acqua, cuocendole sui fornelli fino a quando non si vedono i primi bollori.

Castagne al microonde

Questa ricetta delle castagne al microonde è molto pratica e utile, perché permette di avere a disposizione, in poco tempo e con estrema facilità, gustose e calde castagne, pronte per esser mangiate oppure utilizzate per altre preparazioni. Incidi le castagne, poi disponile sul piatto del microonde o su un piatto classico in un unico strato, senza sovrapporle e con il taglio rivolto verso l'altro, e cuoci a 750-800 W per 5 minuti. Le bucce si apriranno come di consueto, così che potrai verificare la cottura, che per i marroni dovrà essere protratta ancora di un paio di minuti. Una volta cotte, mettile in un sacchetto di carta ben chiuso e fai riposare per 5 minuti.

Castagne bollite

Le castagne bollite sono semplici da preparare e davvero saporite; metti le castagne in una pentola dai bordi alti e coprile con acqua fredda: per 1 kg di castagne ci vorranno 3 l di acqua, e le castagne dovranno essere coperte per almeno 3 cm. Aggiungi un pizzico di sale, qualche foglia di alloro, semi di finocchietto (ma puoi aggiungere le erbe che preferisci) e, per sbucciarle più facilmente una volta cotte, un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva. A questo punto fai bollire l’acqua e dal bollore conta minimo 40 minuti prima di toglierle dal fuoco (il tempo di cottura infatti, varia in base alla grandezza delle castagne). Una volta cotte, scolale, avvolgile in un panno asciutto e pulito e sbucciale quando sono ancora ben calde, per eliminare la buccia più facilmente.

Per una cottura ancora più veloce, puoi preparare le castagne bollite nella pentola a pressione, cuocendo per 20 minuti dopo il fischio della pentola.

Castagne in padella

Innanzitutto, dopo averle raccolte o acquistate, con un coltellino incidi le castagne di qualche centimetro, per evitare che scoppino durante la cottura. A questo punto, trasferisci le castagne nella padella, preferibilmente posta su uno spargifiamma, e cuoci a fiamma media per una trentina di minuti circa, ricordandoti di girarle spesso per favorire una cottura omogenea. Il metodo classico per cucinare le castagne sul fuoco prevede l'utilizzo di una padella forata.

Trucchi e consigli

  • Per sbucciare più facilmente le castagne, una volta cotte avvolgile in un panno e lasciale riposare per una decina di minuti.
  • Se vuoi ridurre i tempi di cottura, puoi sbollentare le castagne prima di metterle in cottura: basteranno pochi minuti per fare la differenza.
  • Qualsiasi sia la tecnica di cottura che hai scelto, le castagne cotte potranno essere conservate per un paio di giorni al massimo;  se ripulite di buccia e pellicina, però, si potranno anche congelare per diversi mesi.
  • Per poterle sbucciare facilmente ed evitare che esplodano in cottura è necessario praticare una bella incisione sulla parte bombata della castagna: fai attenzione però ad incidere solo la buccia senza tagliare la polpa, così che in cottura la buccia si ritirerà scoprendo parte della polpa e staccandosi naturalmente.
  • Se immergi le castagne in una bacinella d’acqua, potrai identificare quelle da scartare: le castagne che affiorano in superficie, infatti, non sono buone.
  • Per rendere più morbide e saporite le castagne al forno, lasciale a bagno in acqua, sale grosso e vino bianco per circa 2 ore prima di cuocerle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento