Contest #apisacigarba: a tu per tu con 'L'oasi del Gelato'

Ecco un'altra delle cinque finaliste del contest che abbiamo dedicato al gelato. Conosciamola meglio...

La gelateria 'L'oasi del Gelato' è una delle cinque finaliste del contest #apisacigarba dedicato alle migliori gelaterie del comune di Pisa. Al termine delle votazioni i lettori di PisaToday decreteranno quella che sarà la migliore della città.

Incastonata in un piccolo locale affacciato su via Matteucci, "il mio buchetto" come ama definirlo Davide Ciccarelli, proprietario e responsabile della produzione, 'L'oasi del Gelato' è un esempio di come la passione e la voglia di studiare e migliorare costantemente un prodotto all'apparenza semplice come il gelato possano essere le strade migliori verso il successo, l'eccellenza e la soddisfazione dei clienti. "Provengo da una famiglia di imprenditori edili e geometri - spiega Davide - e anche io dopo aver concluso le superiori all'Istituto Geometri ho proseguito in quel solco studiando alla facolta di Ingegneria. Ma ho sempre coltivato il grande amore per la cucina, e quando un giorno si è presentata l'occasione di rilevare un'attività che era in crisi non ci ho pensato su due volte". Ciccarelli conduce la gelateria senza nessun altro aiuto 'specializzato': la produzione del gelato e la gestione del locale sono compiti che porta avanti personalmente dalla mattina fino alla mezzanotte, orario di chiusura del locale. "Ho un collaboratore che mi aiuta al banco con i clienti, perché ovviamente ho bisogno anche io di un attimo di riposo durante la giornata", spiega. 

'L'oasi del Gelato' è stata aperta nel febbraio del 2013, e fin dall'inizio si è distinta per la grande varietà di proposte che quasi quotidianamente vengono rinnovate nel banco. "Cerco sempre di far ruotare i gusti, lasciandomi ispirare ogni mattina dai profumi che percepisco quando vado a fare la spesa" sottolinea Davide. E' da questa ispirazione che ogni giorno nascono i 'gusti cometa', cioè proposte che giornalmente cambiano nel banco e ricordano alcuni aspetti della stagione in cui ci si trova. Ad esempio le ultimissime creazioni sono il 'Doposole', la 'Big Bubble' ed il 'Croccantino al rum'. "Negli ultimi tempi mi sono specializzato in particolare sui gusti vegani, perché è un tipo di dieta che sta trovando molti consensi. E accanto a questi ho sempre anche una vaschetta di gelato per i cani". Una particolarità, questa, praticamente unica sul mercato cittadino. L'idea è venuta a Ciccarelli quando per esigenze personali si è trovato a dover produrre un gelato privo di zuccheri e di grassi, che potesse essere consumato anche dalle persone con problemi di colesterolo e diabete. "All'inizio, non mi nascondo, sono venuti fuori gusti incommestibili. Non sapevano praticamente di niente. Poi però studiando insieme ad un mio amico biologo abbiamo trovato il bilanciamento perfetto degli ingredienti, e da lì siamo partiti per fare anche un gelato apposta per gli amici a quattro zampe".

Davide utilizza prodotti di alta qualità per il suo gelato, che colora con coloranti esclusivamente naturali, senza alcun additivo chimico o sintetico. "Ad esempio il gusto 'Heavy Metal', a base di cioccolato fondente all'80%, ha la colorazione nera grazie al carbone vegetale". "E nonostante la qualità e la grande varietà di gusti - puntualizza Ciccarelli - il mio gelato è quello che al chilo ha il prezzo più basso di Pisa. Per me questo è un vanto, perché ritengo giusto cercare di andare incontro ai clienti nel limite del possibile". A dire il vero il proprietario della gelateria non è 'nato imparato', né si assume tutti i meriti del successo che ha riscosso il suo gelato. "Tutti i trucchi del mestiere che ho imparato - svela Davide - li ho imparati dal mio maestro: Massimo, che per tantissimi anni ha avuto una delle gelaterie più importanti e famose della Toscana".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
PisaToday è in caricamento