Sport

Svolta nelle trattative: l'Ac Pisa 1909 parlerà presto inglese?

Nella querelle societaria tra Battini e Camilli pare essersi inserita la società inglese di trasporti Terravision intenzionata a rilevare il 51% delle quote societarie

La Curva Nord

La notizia è arrivata in maniera un po' inattesa, ma sembra essere reale. Dopo la riunione di lunedì scorso a Firenze tra i soci dell'Ac Pisa, è emerso che la società inglese Terravision, quella per capirci che organizza bus dagli aeroporti al centro città in Europa, pare essere interessata in maniera concreta a rilevare la maggioranza delle quote societarie, ma lasciando Carlo Battini come presidente. In primis ci sarà da valutare se la proposta possa essere accettata da Piero Camilli che, volenti o nolenti, detiene sempre il 51%, poi in seconda istanza capire se Battini accetterà di continuare a mantenere la minoranza delle quote seppur con la presidenza.

CURVA NORD: Proprio sulla questione futuro societario, la Curva Nord Maurizio Alberti attraverso un comunicato ha chiesto ancora una volta chiarezza, sperando di non rimanere parzialmente inascoltata come sin qui successo: ”Dopo un mese di silenzio, per lasciare spazio e serenità alle varie trattative societarie, e dopo la riunione dei soci del 19, i Gruppi della Curva Nord intendono fare totale chiarezza sulla reale situazione societaria. Dalla riunione del 19 è emersa senza ombra di dubbio la volontà di Camilli di andarsene e di vendere le sue quote.
Battini sembrerebbe intenzionato a comprare, ma assieme a chi?
E' giusto che la città sappia, ed è nostro dovere dirlo, che la TERRAVISION GROUP (multinazionale che lavora negli aeroporti di Pisa e di tutta Europa) ha presentato alle Istituzioni cittadine e ai due soci dell'Ac Pisa una proposta di acquisto e un programma, almeno nei numeri, ambizioso. Chiariamo che nella proposta (scritta!!) è specificato che sarebbero disposti a mettersi in società con Battini, lasciandogli il ruolo di presidente, anche se loro acquisterebbero la quota del 51 per cento.
La Terravision Group, male o bene che possa fare, non ha certo bisogno di nostre presentazioni, la sua stabilità economica è lampante.
Battini sembra però più orientato a prendersi il 51 per cento e lasciare le quote restanti a Sbrana e a un altro socio locale.
Noi non vogliamo tirare la volata a nessuno, ma è nostro dovere informare la città di cosa sta realmente succedendo intorno all' Ac Pisa 1909.
Ai soci chiediamo di scegliere la strada più ambiziosa per Pisa, mettendo da parte gli interessi personali.
Noi vogliamo un futuro da protagonisti, un progetto ambizioso, una società forte e stabile economicamente che ci riporti dove Pisa merita di stare.
Ed è per questo che invitiamo i due attuali proprietari del Pisa, ma in particolare Battini, che è il socio che rimarrà, a scegliere per il bene del Pisa e della città.
I GRUPPI DELLA CURVA NORD MAURIZIO ALBERTI”
.


IN VISTA DI VERCELLI: Intanto la squadra sta continuando la preparazione in vista del match di domenica. Dal sito ufficiale si apprende che: ”Alla sfida del sintetico di San Donato contro la Beretti non hanno preso parte oltre agli infortunati fermi dalla scorsa settimana (Obodo, Nicastro Sodano, ed Esposito) i calciatori Perna, Benedetti e Raimondi. Per Perna continuano le terapie di recupero dalla botta ricevuta in allenamento martedì scorso. Per Benedetti e Raimondi si è trattato invece soltanto di uno stop precauzionale a seguito di leggeri affaticamenti. Tutti gli altri hanno regolarmente preso parte all’allenamento frazionato da mister Pagliari in tre tempi di 30 minuti, durante i quali gli effettivi nerazzurri divisi in due squadre si sono scontrati in un mini-torneo con la compagine Berretti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svolta nelle trattative: l'Ac Pisa 1909 parlerà presto inglese?

PisaToday è in caricamento