Altro

Cerimonia in onore di Filippo Macchi in Regione: al fiorettista pisano le 'Ali di Pegaso'

Il campione europeo ha ricevuto il premio dedicato agli Under 35 istituito dal Consiglio regionale toscano

Premiare i giovani talenti toscani, le eccellenze della Regione. "Quelle ragazze e quei ragazzi che ce l’hanno fatta" come ha sottolineato il presidente dell’Assemblea legislativa Antonio Mazzeo. E' questo l’obiettivo del premio 'Ali del Pegaso' consegnato per la prima volta mercoledì 12 luglio nella sala Gonfalone di palazzo del Pegaso al campione europeo di scherma nel fioretto Filippo Macchi. Un premio, proposto dall’Ufficio di presidenza e votato dall’Aula, che nasce come riconoscimento per le giovani e i giovani under 35 che si distinguono in tutti i campi e che questa volta è andato a un protagonista del mondo dello sport.

"La tua storia - ha raccontato durante la cerimonia il presidente Mazzeo - è la dimostrazione che tutti i sogni possono trasformarsi in realtà con passione, sacrificio e talento. E la tua è stata anche una dimostrazione di grande tenacia con un’incredibile rimonta nella finale per la medaglia d’oro". "Noi - ha proseguito il presidente Mazzeo - abbiamo voluto premiare le eccellenze, le ragazze e i ragazzi toscani che ce la fanno, con questo nuovo riconoscimento. E le 'Ali del Pegaso' sono un modo per dirgli di volare alto, di continuare a inseguire i loro sogni, le loro ambizioni".

Il premio è nato in collaborazione con Polimoda, l’istituto di moda di Firenze, e a realizzarlo è stata la giovane studentessa armena Ani Khachatryan che è intervenuta in collegamento dal suo Paese raccontando che "a ispirarla è stato un viaggio tra sogno e realtà". La giovane ha spiegato che il premio è stato realizzato "con soluzioni innovative e materiale riciclato con i colori, il bianco e il rosso, che rappresentano la Toscana". "Un viaggio tra sogno e realtà - ha aggiunto il presidente Mazzeo - che ha vissuto anche Filippo che conosco personalmente da quando era bambino e per cui faremo il tifo ai mondiali di fine luglio a Milano".

Visibilmente emozionato, e accompagnato dai familiari, Filippo Macchi ha ritirato il riconoscimento e ricevuto la bandiera della Toscana, ringraziando il presidente Mazzeo e il Consiglio regionale per questo "importantissimo premio". "Questo - ha spiegato - è stato un percorso che mi ha portato alla conquista del primo titolo tra i grandi, a soli 21 anni, e spero che ne arrivino tanti altri nei prossimi. Il mio è un percorso che parte da lontano. Ho sempre praticato questa disciplina e sono sempre stato appassionato di scherma che è una tradizione di famiglia. E sono stato circondato da persone che hanno saputo tirare fuori il meglio da me".

A partecipare alla cerimonia anche il vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Scaramelli che ha parlato di "un riconoscimento che l’Assemblea legislativa vuole dare per dimostrare la vicinanza allo sport, premiando i giovani atleti toscani che si affermano a livello internazionale". Per il consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza Diego Petrucci "questo premio è molto importante perché si rivolge agli under 35 della Regione, ed è giusto che le istituzioni diano particolare attenzione a quelle ragazze e a quei ragazzi che sanno ottenere successi. La scherma vede la Toscana e Pisa ai vertici da sempre. Siamo contenti e soddisfatti e ci auguriamo di continuare a rimanere sul tetto del mondo per ancora tanti anni". Ha partecipato alla cerimonia, durante la quale è stato proiettato un video sui momenti più emozionanti della vittoria di Filippo Macchi, il consigliere questore dell’Ufficio di presidenza Marco Stella. Sono intervenuti i consiglieri regionali Luciana Bartolini, Francesco Torselli e Cristina Giachi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerimonia in onore di Filippo Macchi in Regione: al fiorettista pisano le 'Ali di Pegaso'
PisaToday è in caricamento