rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Altro

Pisa capitale del sitting volley: nel week end si gioca la Coppa dei Campioni femminile

Il torneo europeo sarà interamente disputata nelle strutture del Dream Volley, società campione d'Italia in carica: si parte venerdì 1 aprile, titolo assegnato domenica 3

Lo sport, da sempre, è insegnamento di vita. Valori, contenuti, risultati, sfide, delusioni, cadute e ripartenze: nel gesto che accompagna qualsiasi disciplina sportiva ci sono i consigli per l'uso per vivere un'esistenza ricca e appagante. Da diversi anni anche l'ambito della disabilità è stata inserita a pieno nel panorama sportivo, in Italia e nel resto del mondo, con l'intento di dare piena dignità a tutti gli atleti che non possono essere inseriti nell'elendo dei 'normodotati'. La nostra città in questo ambito vanta un'eccellenza continentale: si tratta della formazione femminile di sitting volley del Dream Volley, società che ha la sua sede nel quartiere de I Passi.

E' una disciplina in tutto e per tutto identica alla 'sorella' pallavolo, con l'unica differenza che, come suggerisce il nome, si svolge seduti a terra. Il campo ha dimensioni ridotte, la rete è ovviamente più bassa, ma tutto il resto del regolamento è mutuato dal volley: ebbene, la formazione femminile del Dream Volley è campione d'Italia in carica, è pluriscudettata e si può fregiare anche del titolo di 'fucina' di talenti per la nazionale azzurra. E da oggi può anche vantare la prima organizzazione della Coppa dei campioni europea: la manifestazione si disputerà nelle strutture de I Passi da venerdì 1 a domenica 3 aprile e incoronerà la formazione femminile più forte del continente. Si tratta del debutto assoluto di questa competizione, voluta e realizzata dalla Para Volley Europe, la federazione di cui fa parte il nostro paese.

Quattro squadre in lotta per il titolo

Alla manifestazione, oltre al Dream Volley, prenderanno parte anche la squadra più forte della Slovenia, quella dell'Ungheria e della Polonia. Assenti per cause di forza maggiore una formazione ucraina, costretta a rientrare in patria allo scoppio del conflitto con la Russia, e una squadra della Bosnia Herzegovina che ha avuto problemi con la vaccinazione antiCovid. "E' il meglio che il panorama femminile di sitting volley può esprimere al momento" assicura Nello Calleja, delegato della Para Volley Europe. "Questa disciplina nacque negli anni '50 nei Paesi Bassi, ma è negli stati balcanici e dell'est Europa che successivamente ha trovato terreno fertile per crescere e svilupparsi. In Italia si è diffuso dal 2012 e Pisa è una delle culle. L'obiettivo della federazione è allargare il movimento anche ai paesi più importanti dell'Europa occidentale".

L'ingresso alle partite è gratuito e sarà obbligatorio esibire il Super green pass. La prima fase sarà costituita da un girone all'italiana, tra venerdì 1 e la mattina di sabato 2 aprile. Nel pomeriggio e nella mattinata di domenica 3 aprile si passerà alla fase a eliminazione diretta fino alla finalissima che assegnerà il titolo di campionesse d'Europa. "Un evento dalla straordinaria risonanza internazionale - commenta l'assessore alle Disabilità Sandra Munno - che accenderà i riflettori su un'assoluta eccellenza del territorio e su tutta Pisa in generale. Partendo da questa manifestazione, vorrei prendere lo slancio per proporre un progetto di inclusione sportiva in tutte le scuole pisane. Perché attraverso l'attività fisica si possono superare e infrangere le barriere della vergogna e del riserbo che spesso, purtroppo, caratterizzano le famiglie con individui disabili".

La dirigente del Dream Volley Armanda Boccardo pone l'attenzione "sul percorso quasi decennale che la società ha intrapreso nel sitting volley. Ci abbiamo creduto fin da subito, convinti delle ricadute positivi in termini sociali e ovviamente sportivi. I risultati ottenuti dalla formazione femminile confermano la bontà del nostro progetto, che da quest'anno si è arricchito con la squadra maschile". La veterana Eva Ceccatelli parla da allenatrice-giocatrice della società pisana e conferma: "La bellezza di questo sport è che consente a normodotati e disabili di giocare nella stessa squadra. E' ancora più semplice, così,trasmettere il messaggio che lo sport è realmente uguale per tutti".

Alla presentazione della manifestazione sono intervenuti anche la bi-campionessa olimpica Antonella Bellutti, testimonial del Progetto Europeo Erasmus, Faircoaching; Giammarco Modi, presidente Fipav Regione Toscana; Alessandro Di Ciolo, per il Comitato Paralimpico di Pisa; Gianni Taccetti, Consigliere Regionale Fipav; Roberto Ceccarini, Presidente Fipav Basso Tirreno. Con il mondo sportivo anche realtà di prestigio che sostengono l'evento come il Rotary Pacinotti rappresentato dal presidente Ferdinando Sartucci e Massimo Lupetti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa capitale del sitting volley: nel week end si gioca la Coppa dei Campioni femminile

PisaToday è in caricamento