rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Altro

Dopo Tokyo la Scherma paralimpica riparte da Pisa

Più di 250 atleti da tutto il mondo si sfideranno al PalaCus dal 18 al 21 novembre

Torna per il sesto anno a Pisa la tappa di Coppa del Mondo di Scherma Paralimpica, un appuntamento internazionale che porterà all'attenzione delle cronache mondiali non solo l'ormai conosciuto patrimonio artistico e culturale della nostra città ma anche l'accoglienza e la modernità di un turismo sportivo e accessibile. A promuovere l'iniziativa sportiva è la Federazione Italiana Scherma che, ancora una volta, si affida alle competenze organizzative sul territorio dell'Us Pisascherma e del Cus Pisa. Fondamentale è poi l'appoggio della Regione, del Comune e dell'Università di Pisa che accolgono con piacere una manifestazione di tale rilievo. Purtroppo quest'anno il pubblico non potrà partecipare fisicamente all'evento a causa delle restrizioni imposte dai protocolli anti-Covid ma sicuramente la città saprà stringersi ancora una volta intorno ai più di 250 atleti che arriveranno da tutto il mondo.

"Credevamo che organizzare una tappa immediatamente subito dopo i Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo sarebbe stato più difficile del solito - dichiara Daria Marchetti, vicepresidente del Comitato Organizzatore e membro della Commissione Grandi Eventi della Federazione Italiana Scherma - invece, nonostante la prova non sia ancora valevole come qualificazione per le Paralimpiadi di Parigi 2024, abbiamo avuto una straordinaria risposta nel numero delle adesioni internazionali: ben 18 Paesi da tutta Europa ma anche Nazioni come India, Hong Kong e Kuwait". "E' la dimostrazione che negli anni abbiamo saputo lavorare bene - continua Daria Marchetti - ma anche che la nostra città ha risposto sempre in maniera eccezionale. Dagli hotel ai taxi, fino al volontariato: tutti si sono mossi con professionalità e competenza. Senza dimenticare gli sponsor che negli anni non hanno fatto mai mancare il proprio appoggio, come Fondazione Pisa, Pharmanutra e Devitalia".

Le gare si svolgeranno al Palacus che, per dimensioni e posizione, ben si presta a questo tipo di eventi, e dureranno quattro giorni, dal 18 al 21 novembre. Di particolare interesse la presenza della Nazionale di Hong Kong che arriverà già dal 12 novembre per partecipare agli allenamenti con gli allievi dell’U.S. Pisascherma. E se la scelta della città di Pisa rappresenta già una vittoria, sono attese ulteriori conferme dal punto di vista sportivo. L'ultima volta gli azzurri portarono a casa un oro, un argento e due bronzi. Il gradino più alto del podio venne conquistato nel fioretto dall'attesissima Bebe Vio. Una tradizione vincente che l’Italia della Scherma Paralimpica vuole proseguire e consolidare

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo Tokyo la Scherma paralimpica riparte da Pisa

PisaToday è in caricamento