Lunedì, 22 Luglio 2024
Altro

Ciclismo, Pasqua sui pedali nel comprensorio del cuoio

Sabato e domenica appuntamento con Pasqualando: in gara mille giovanissimi atleti

Pasqua (e anche la vigilia) pedalando, facendo gareggiare 1000 fra bambini, bambine, ragazzi, ragazze e anche aspiranti o futuri professionisti del pedale: è con questo obiettivo che nasce 'Pasqualando... la Pasqua pedalando', l’evento ciclistico che sabato 16 e domenica 17 animerà la zona industriale di Ponte a Egola, grazie alla collaborazione fra New Ciclistica San Miniato Santa Croce e Unione Ciclistica Santa Croce sull’Arno.  Coinvolti in Pasqualando circa 1000 atleti, dai bambini fino ai dilettanti (l’ultimo step prima del professionismo); tutte queste competizioni a catena porteranno a San Miniato tantissime persone (se ne stimano almeno 3.000 oltre agli atleti in gara).

Pasqualando è stata resa possibile grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale di San Miniato e di Fondazione San Miniato Promozione, senza dimenticare il sostegno del comitato regionale toscano della Federciclismo.  L’evento è stato presentato lunedì 11 aprile all’impianto multifunzionale di Casa Bonello, alla presenza di: Franco Biagini (presidente New Ciclistica San Miniato Santa Croce), Federico Micheli (presidente Unione Ciclistica Santa Croce sull’Arno), Loredano Arzilli (assessore allo Sport del Comune di San Miniato), Simone Coltelli (assessore allo Sport del Comune di Santa Croce), Marzio Gabbanini (presidente Fondazione San Miniato Promozione), Massimo Fogli (allenatore della Nuova Ciclistica), Francesco Zingoni (direttore di corsa) e Saverio Metti, presidente del comitato regionale della Federciclismo.

“E’ un evento - hanno spiegato Biagini e Micheli - eccezionale e unico, un onore ma anche un onere. All’inizio ci era sembrato un impegno improbo, ma man mano che il tempo passava abbiamo notato con soddisfazione quanta voglia di fare ci sia in questo territorio. Questo ci fa molto piacere, perché la Toscana da sempre è un faro del ciclismo nazionale”.
“Il percorso - ha aggiunto il direttore di corsa Francesco Zingoni - sarà costituito da un anello di 2.210 metri, da percorrere un numero variabile di volte in base alla categoria; devo aggiungere che si presta bene perché il manto stradale è in buone condizioni e le carreggiate sono sufficientemente ampie, quindi ci saranno tutte le sicurezze del caso”.

Gli organizzatori di Pasqualando hanno ricevuto i complimenti dai due Assessorati allo sport coinvolti, San Miniato e Santa Croce: “Dobbiamo dire bravi - ha sottolineato l'assessore Arzilli - a chi ha organizzato un’iniziativa così complessa e strutturata, mettendoci tanta passione. Le società sportive sanminiatesi godono di ottima salute e come amministrazione dobbiamo aiutarle a promuovere i valori dello sport”.
Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore Coltelli: “Fa piacere vedere i risultati di una collaborazione come quella fra la New Ciclistica e  l’Unione Ciclistica, son cose che fanno bene a tutto il movimento. Vorrei fare un ringraziamento  speciale a Daniele Brotini (addetto alla segreteria di Pasqualando), che ha fatto un grandissimo lavoro dietro le quinte”.

Fondazione San Miniato Promozione si è occupata della comunicazione e promozione dell’evento: “Un grazie ai due Comuni - ha sottolineato il presidente Gabbanini - e ai due assessori, entrambi uomini di sport. Lo sport fa parte della promozione a 360 gradi di San Miniato che noi vogliamo fare, grazie alla collaborazione con associazioni e istituzioni”. A fornire un quadro d’insieme è stato Saverio Metti, presidente del comitato regionale della Federciclismo: “E’ una manifestazione unica nel suo genere per tanti motivi, in primis perché sono coinvolte tutte le categorie, dai bambini ai dilettanti. Questo non accade mai e per i bambini correre insieme ai grandi può solo che appassionarli ulteriormente. Sarà una vetrina anche per il territorio, grazie alla bici che è un mezzo di spostamento sano e green”.

Il programma

Partenze e arrivi di Pasqualando saranno di fronte allo stabilimento della C.M.C. International a Ponte a Egola (sponsor dell’iniziativa, che si avvale anche del contributo di Azienda Speciale Farmacie di San Miniato). 
Ecco il programma delle gare, partendo da sabato 16: alle 9 via alla categoria juniores maschile (72,6 km), a seguire alle 11 categoria donne open (63, 8 km), poi alle 11 elite e under 23 uomini, che percorreranno 90,2 chilometri. Infine nel pomeriggio spazio ai più piccoli, alle 16 con la categoria giovanissimi femminile e maschile.
Si passa a domenica 17, giorno di Pasqua: alle 9 esordienti primo anno maschi (24,2 chilometri), alle 10 esordienti maschi secondo anno (33 km), alle 11 allievi maschi (46,2 km), alle 13 donne esordienti primo anno (22 km), alle 14 esordienti donne secondo anno (33 chilometri) e alle 15.30 allieve donne (44 chilometri). Le ultime tre gare riservate alle categorie femminili valgono come rispettivi campionati provinciali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclismo, Pasqua sui pedali nel comprensorio del cuoio
PisaToday è in caricamento