Brividi nerazzurri: 365 giorni fa l'impresa di Trieste

E' trascorso un anno dalla magica serata del 9 giugno 2019, quando il Pisa di D'Angelo, scortato da oltre 5mila tifosi, conquistò al 'Rocco' la promozione in cadetteria

9 giugno 2019: una data scolpita nella mente e nei cuori di una provincia intera innamorata di due colori. In quella calda serata primaverile un lungo filo nerazzurro collegò Pisa con Trieste, la 'città irredenta' strappata al dominio asburgico. E' trascorso un anno esatto da quella gara, per moltissimi tifosi 'La partita', da tramandare ai posteri con le sfumature e le emozioni della leggenda. Perché tutte le generazioni di supporters del glorioso Sporting Club hanno almeno una partita del cuore da raccontare ai figli e ai nipoti: c'è chi ricorda la prima promozione in A del dopoguerra, nel 1968, e c'è chi narra le gesta della formazione capace di sconfiggere il Montevarchi in un disperato spareggio per evitare l'onta della Serie D negli anni '70. 

Ci sono tutti gli amanti del nerazzurro cresciuti con le gesta epiche del Pisa di Romeo Anconetani, iniziate con la vittoria di Pagani (guarda caso, proprio il 9 giugno 1979: prima promozione centrata dal Presidentissimo, dalla C alla B), passate attraverso le promozioni in A con gli eroi Kieft, Berggreen e Piovanelli (indimenticabile quella di Cremona del 1987), culminate con le salvezze in massima serie e le Mitropa Cup sollevate al cielo dell'Arena Garibaldi. Un percorso che ha visto anche rovinose cadute nella polvere, come la sconfitta nello spareggio di Salerno, contro l'Acireale, del 1994 con il concseguente fallimento. Oppure la sconfitta inopinata con il Brescello del 2000, e ancora la mazzata di Bergamo del 2003.

I più giovani hanno avuto anche la fortuna di poter vivere altre due promozioni in Serie B, nel 2007 con la squadra guidata da Piero Braglia e nel 2016 con quella di Gennaro Gattuso: grandi gioie, ubriacature di entusiasmo ripetute un anno fa nella 'corrida' del 'Rocco'. Contava soltanto vincere, dopo il 2-2 sigillato dalla capocciata di Marconi all'86' del match di andata. Gli uomini di Luca D'Angelo, già protagonisti di una cavalcata lunga 22 partite senza mai perdere, erano chiamati all'ultimo acuto lontano da casa. Un'abitudine piacevole durante la stagione regolare, esaltata nelle gare da dentro o fuori dei playoff.

Dapprima la prova di forza di Carrara, con un 2-2 che di fatto lanciò il Pisa verso una serie di prestazioni clamorose. Poi il 3-2 sul campo dell'Arezzo, che non veniva violato addirittura dal 1985. Infine l'epilogo a Trieste, di fronte a 14mila tifosi rossoalabardati quasi sicuri di festeggiare in casa il ritorno in B dopo molti anni. Invece in quel caldo pomeriggio di inizio giugno la formazione di Luca D'Angelo offrì probabilmente la prestazione più bella per coraggio, lucidità, determinazione, spirito di gruppo e agonismo dell'intera stagione.

Sospinta dal tifo incessante degli oltre 5mila pisani arrivati nel capoluogo giuliano con ogni mezzo, Gori e compagni scrissero l'ennesima pagina dell'ultracentenaria storia nerazzurra. E sarà un caso, o forse no: questa splendida promozione è arrivata nel 110° compleanno del club, a 40 anni di distanza dalla prima promozione di Romeo alla guida della società (primo successo anche per Giuseppe Corrado), nella città di nascita del Presidentissimo. Una serie di dettagli e concatenazioni di eventi che contribuiscono a rendere ancora più speciale questo anniversario.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E dalla mattinata di oggi sui social è tutto un brulicare di video, foto e istantanee di quella giornata, a testimonianza che il 9 giugno 2019 è diventato una pietra miliare del tifo nerazzurro. Adesso anche le generazioni più giovani hanno finalmente una storia da raccontare ai posteri. E allora è proprio il caso di dirlo, quando manca pochissimo alla ripresa del cammino nel campionato di Serie B: altri cento di questi anniversari meravigliosi, vecchio Sporting Club!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento