Sport

Arezzo - Pisa: le probabili formazioni | Capitan Moscardelli torna a 'casa' e vuole regalare una brutta sorpresa agli ex compagni

Il centravanti nerazzurro ha segnato 30 reti con la maglia amaranto dal 2016 al 2018. Il Pisa di scena sull'unico campo ancora imbattuto del Girone A. Brignani in rampa di lancio per una maglia da titolare

E' già vigilia di campionato in casa nerazzurra. Domani, mercoledì 23 gennaio, il Pisa giocherà ad Arezzo la ventiduesima giornata del Girone A di Serie C (ore 18.30). Sarà il secondo scontro diretto consecutivo per le zone altissime della classifica dopo quello disputato con il Siena sabato scorso. I nerazzurri sono determinati a prendersi sul prato del 'Città di Arezzo' i due punti persi per la sfortuna e la disastrosa condotta arbitrale nel match con i bianconeri.

Ritorno a 'casa'

Sarà una partita dalla forte carica emotiva per l'attuale capitano dello Sporting Club, Davide Moscardelli. Il numero 9 ha trascorso con la maglia dell'Arezzo due stagioni, proprio prima di strasferirsi sotto alla Torre. In amaranto il 'Barba' ha messo a referto 30 reti in 67 presenze, trascinando a suon di prestazioni strepitose e grandi dosi di personalità la squadra prima ai playoff, e nello scorso campionato ad una clamorosa salvezza diretta nonostante la penalizzazione di 15 punti in classifica. Dalle parti del 'Città di Arezzo' hanno visto il vero Moscardelli, capace di indirizzare le partite o ribaltarle con dei colpi di genio imprevedibili. A Pisa finora il capitano ha stentato ad affermarsi sia come punto di riferimento tecnico, sia come leader carismatico: l'occasione che gli si presenta davanti con la partita di domani sera è di quelle ghiotte, e proverà a non farsela sfuggire.

Per questo motivo mister D'Angelo difficilmente sceglierà di privarsi del suo centravanti dal 1', e quindi Max Pesenti si accomoderà nuovamente in panchina pronto ad entrare in campo a partita in corso. La sua occasione di partire titolare ci sarà, e molto probabilmente è anche molto vicina: domenica 27 gennaio all'Arena Garibaldi arriva il Piacenza, club da cui arriva il numero 32 e con la quale ha messo a segno 6 reti da settembre a dicembre. In difesa verrà confermata la sapienza tattica di De Vitis, al quale D'Angelo affiancherà Benedetti e uno fra Brignani e Buschiazzo: l'ex Primavera del Bologna sembra avvantaggiato. Verna va verso la conferma di una maglia da titolare, mentre Minesso potrebbe entrare a gara in corso: l'Arezzo infatti in casa è una formazione che spinge molto, e D'Angelo potrebbe schierare sulla corsia destra un elemento maggiormente difensivo, per poi sfruttare le qualità dell'ex Padova quando gli avversari saranno stanchi.

Incerottati

Sarà un Arezzo incerottato quello che sfiderà il Pisa. Mister Dal Canto ha spiegato infatti che numerosi elementi della sua rosa hanno accusato dei problemi fisici che ne hanno limitato l'impiego. E' il caso di Buglio e Belloni in mezzo al campo, così come Cutolo in attacco. Ci sarà anche uno squalificato, ed è proprio l'unico acquisto - al momento - del mercato invernale: Lorenzo Remedi è arrivato dal Pro Piacenza e domenica ha rimediato sul campo della Pro Vercelli la quinta ammonizione del suo campionato. Ad ogni modo, la formazione amaranto è una delle sorprese più positive della stagione e con 34 punti ed il quarto posto in classifica è intenzionata a proseguire lungo il cammino iniziato a settembre.

L'arbitro e alcune curiosità statistiche della partita

La gara è stata affidata al signor Vincenzo Amabile della sezione di Vicenza. Il fischietto veneto, al quinto anno in categoria, ritrova nerazzurri e amaranto a distanza di nove mesi: era lui l'arbitro della partita che decretò la salvezza virtuale dei padroni di casa, decisa proprio dalla rete realizzata da Moscardelli nel secondo tempo. Gli altri precedenti con il Pisa sono il pareggio (2-2) con il Prato in trasferta nello scorso campionato, la vittoria casalinga con il Tuttocuoio nel 2015 e la sconfitta di Coppa Italia C con il Santarcangelo. Molti di più invece i precedenti dell'Arezzo con Amabile: due successi, tre pareggi e due sconfitte. 

L'Arezzo arriva alla sfida con il Pisa con un bel record da difendere: è rimasto l'unica compagine a non aver ancora perso in casa nel Girone A. Tutte le altre 19 formazioni del raggruppamento hanno ceduto almeno una volta agli avversari (il Pisa contro la Pro Patria il 23 dicembre scorso), mentre gli amaranto negli 11 match disputati al 'Città di Arezzo' hanno ottenuto 5 successi e 6 pareggi. Non è male, però, neanche lo score dei nerazzurri lontano dall'Arena: 17 punti in 11 match. Decisamente più negativo invece è la striscia di risultati fatta registrare dallo Sporting Club nello stadio amaranto. La vittoria manca dal dicembre del 2002 (0-1), e l'unico altro successo è stato ottenuto nel 1985 con il rigore di Kieft. Nel complesso i 26 precedenti mostrano un netto predominio dei padroni di casa: 14 vittorie dell'Arezzo, 2 successi del Pisa e 10 pareggi.

Le probabili formazioni

Arezzo (4-3-1-2): Pelagotti; Sala, Pelagatti, Pinto, Luciani; Buglio, Belloni, Foglia; Serrotti; Cutolo, Brunori. All. Dal Canto

Pisa (3-5-2): Gori; De Vitis, Brignani, Benedetti; Lisi, Di Quinzio, Gucher, Verna, Zammarini; Masucci, Moscardelli. All. D'Angelo

arezzo probabile formazione 23 gennaio 2019

pisa probabile formazione 23 gennaio 2019

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo - Pisa: le probabili formazioni | Capitan Moscardelli torna a 'casa' e vuole regalare una brutta sorpresa agli ex compagni

PisaToday è in caricamento