Sport

Calcio: il Pisa cala il tris, per il Latina è notte fonda

Il Pisa di Alessandro Pane parte con il botto e davanti al proprio pubblico rifila un secco 3 a 1 al Latina nella prima giornata del campionato 2012-13

 La supremazia dei neroazzurri è stata netta dal primo all’ultimo minuto e, nonostante l’espulsione di Mingazzini al 27’, Colombini e compagni hanno rischiato poco o nulla, annichilendo i laziali grazie a una grande prestazione collettiva impreziosita dalla perla di Tulli che ha aperto il match e dalla grande azione finalizzata da Barberis che ha chiuso la contesa, regalando al pubblico dell’Arena un pomeriggio di divertimento e spettacolo.

Il Match. Pane propone il 3-4-3 e perde Suagher dopo appena due minuti (problemi al ginocchio, si
teme un lungo stop) inserendo Rozzio. Per il resto formazione tipo con Rizzo e Tulli ai lati di Leo Perez.
Pecchia invece propone un 4-4-1-1 molto compassato, affidandosi alle geometrie di Cejas e all’estro di
Montalto. Dopo un primo quarto d’ora di studio Tulli regala il primo sussulto, sfiorando l’incrocio con un
destro al volo. Al 19’ è ancora il folletto ex Vicenza a trovare la deviazione di Bindi in angolo. Il Pisa cresce
con il passare dei minuti ma al 27’ perde il suo uomo migliore, Mingazzini, cacciato dall’arbitro troppo
frettolosamente per un fallo di gioco a centrocampo. Da questo momento in poi il Latina sparisce dal campo
e il Pisa
trae forza dall’inferiorità numerica e dall’intuizione di Pane, che lascia le due punte in attacco
e affianca a Favasuli in mediana Benedetti e Rozzio, passando al 4-3-2. Al 41’ il Pisa passa: lancio dalle
retrovie di Colombini, sponda di Perez e gran destro al volo di Tulli che si schianta sotto l’incrocio dei pali.

Nella ripresa il Latina prova a spaventare i neroazzurri, ed al minuto 2 ci vuole tutta la reattività di Sepe
per murare Jefferson prima e per anticipare l’accorrente Angelilli sulla ribattuta. Ma è un fuoco di paglia,
con il Pisa che spinto dal pubblico prova a chiudere il match e, dopo una gran punizione di Favasuli, trova
il due a zero con lo stesso capitano che trasforma un rigore concesso per atterramento di Rizzo. Il Latina
è sulle gambe e il Pisa continua a premere alla ricerca del tris, trovandolo all’85’ grazie a Barberis che
corona un’azione iniziata da Perez e proseguita con un gran cross di Benedetti per il gioiellino scuola
Varese classe ’93. Il finale è pura accademia, con Barraco che rende un po’ meno amaro il viaggio di ritorno
trafiggendo Sepe con un destro dai 30 metri.

La svolta del match. Senza dubbio l’espulsione di Mingazzini e il passaggio al 4-3-2. Con questa mossa Pane
ha trasmesso ai ragazzi la volontà di non abbassarsi ad aspettare e la voglia di azzannare un avversario
apparso lontano da una condizione accettabile. Bene il tandem offensivo Tulli-Perez, benissimo i giovani
Rizzo, Rozzio e Benedetti, coadiuvati dall’esperienza degli over. Insomma, espulsione di Mingazzini e
infortunio di Suagher a parte è stata una domenica da ricordare; solo il proseguo del campionato dirà dove
finiscono i meriti dei neroazzurri e iniziano i demeriti del Latina. Comunque sia, avanti così.

Ecco le pagelle di Pisa-Latina 3 -1. In rete Tulli, Favasuli (rig.) e Barberis. Per il Latina a segno Barraco.

PISA (3-4-3): Sepe 6; Suagher S.v. (3′ pt Rozzio 7), Sabato 6, Colombini 7; Buscè 6, Mingazzini 6, Favasuli
7, Benedetti 7,5; Rizzo 7 (29′ st Barberis 7), Tulli Gia. 8 (37′ st Fondi 6), Perez 7.5. A disp. Pugliesi,
Carroccio, Gatto, Scappini. All. Alessandro Pane 7.5

LATINA (4-4-1-1): Bindi 6.5; Milani 6, De Giosa 5.5, Cottafava 5, Giacomini 5.5; Gerbo 5.5, Cejas 5; Angelilli
5 (13′ st Agodirin 5), Montalto 5 (1′ st Barraco 6.5), Tortolano 5; Jefferson 5 (29′ st Tulli Aless 6). A disp.
Forzati, Bruscagin, Agius, Ricciardi. All. Fabio Pecchia. 4.5

ARBITRO: Abisso della Sez. AIA di Palermo 5
Espulsione di Mingazzini a parte (dubbia) dimostra una gestione dei cartellini rivedibile, ammonendo
praticamente tutti i neroazzurri e lasciandosi condizionare dalle melodrammatiche urla degli ospiti ad ogni
fallo subito, dimostrando così scarsa personalità. (Ass. Gallo e Calò di Molfetta)

RETI: pt 40′ Tulli Gia. (P); st 10′ Favasuli (P) (rig.), 41′ Barberis (P), 45′ Barraco (L)
NOTE: giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti Sabato, Cejas, Favasuli, Cottafava, Rizzo,
Benedetti, De Giosa, Perez, Colombini. Espulso al 26′ pt Mingazzini. Angoli 6-3 per il Latina. Spettatori 3.000
circa. Rec. pt 3′, st 3′.

Migliori Today

Tulli 8: Il gol è da altri palcoscenici: stop di petto e tiro al volo dai venti metri che finisce la sua corsa sotto
l’incrocio. Ma non è tutto qui; abbina a giocate sopraffine tanta corsa e applicazione difensiva. Nel primo
tempo è l’unico che scaglia missili verso la porta del Latina, tenendo in grossa apprensione la retroguardia
laziale.

Perez 7.5: Non segna è vero. Ma lotta come un gladiatore in mezzo ai colossi avversari. Ne dà e ne
prende per novanta minuti, trovando la forza per mettere Tulli davanti al portiere almeno due volte e per
propiziare con un gran colpo di tacco l’azione del 3 a 0. Da clonare.

Benedetti 7.5: Un concorde. Parte terzino, prosegue mediano, e all’85’ si improvvisa ala servendo a
Barberis un cioccolatino solo da spingere in rete. Dinamico e cattivo al punto giusto, si sdoppia in un gran
lavoro di appoggio alle punte e protezione del binario mancino. Encomiabile.

Peggiori Today.

Dopo una gara come questa è ingeneroso dare insufficienze. I neroazzurri hanno dimostrato una buona
gamba e discrete trame di gioco. Sabato e Buscè sono apparsi ancora un pochino indietro, così come

Mingazzini poteva forse evitare il fallo plateale (non cattivo) che è costato il rosso. L’impressione è che con
questi tre senatori al top del Pisa ne sentiremo ancora parlare per tutto il campionato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio: il Pisa cala il tris, per il Latina è notte fonda

PisaToday è in caricamento