rotate-mobile
Sabato, 30 Settembre 2023
Calcio

Un pisano al mondiale: Alessio Di Petrillo in Qatar con la Polonia

Il tecnico fa parte della squadra di assistenti del ct Czesław Michniewicz

L'Italia appassionata del calcio, nel prossimo mese, potrà soltanto seguire alla tv colma di rimpianti la ventiduesima edizione dei Mondiali che si svolgerà in Qatar. Dal 20 novembre al 18 dicembre, tra le 32 pretendenti all'eredità della Francia (che ha trionfato nel 2018 in Russia), non ci sarà la nazionale azzurra. Per la seconda volta consecutiva lo sport più rappresentativo del paese non prenderà parte alla competizione più importante e prestigiosa: con l'aggravante di vivere questa eliminazione da campioni d'Europa in carica. Pisa, però, può comunque guardare con orgoglio al Qatar perché un rappresentante del suo territorio prenderà parte ai Mondiali da protagonista.

Si tratta dell'allenatore Alessio Di Petrillo, nato all'ombra della Torre il 22 novembre 1967 e grandissimo tifoso del Pisa Sporting Club. Con la casacca nerazzurra ha mosso i primi passi nel calcio giovanile, per debuttare poi nel professionismo in Serie C con le maglie, tra le altre, di Foggia, Olbia e Cuneo. Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, Di Petrillo si è lanciato nella carriera di allenatore, iniziando il percorso dal Cascina (Serie D) nel 2002. Col tempo si è ritagliato un discreto spazio nella terza serie del calcio italiano, guidando ad esempio Prato, Alessandria, Monza, Foligno.

Ma è nel gennaio 2021 che la vita professionale di Alessio Di Petrillo svolta completamente. Arriva la chiamata dall'allenatore polacco Czes?aw Michniewicz, che aveva conosciuto l'anno precedente al torneo giovanile di Viareggio. Al Legia Varsavia, una delle società più blasonate del calcio polacco, c'era un posto libero nel team di assistenti, e Michniewicz voleva proprio Di Petrillo per occupare quella casella. Dopo alcuni momenti di riflessione, Di Petrillo ha colto la balla al balzo e ha rivoluzionato completamente la sua vita.

Nuovo lavoro, nuova cultura, nuova lingua, nuova quotidianità a migliaia di chilometri dalla famiglia e dalla sua Pisa. Un tragitto certamente non semplice, nel quale il tecnico pisano ha dovuto reimpostare anche le metodologie di lavoro. Ma i risultati non sono tardati ad arrivare. Al termine della stagione 2020-2021 il Legia ha riconquistato il titolo nazionale e si è guadagnato l'accesso alle fasi di qualificazione alla Champions League della stagione successiva. Poi, nell'annata 2021-2022, dopo l'esonero di Michniewicz, Alessio Di Petrillo è stato addirittura confermato alla guida della formazione bianconera con il ruolo di primo allenatore. Terminato il contratto, la grande chance con la selezione nazionale. Czes?aw Michniewicz infatti era stato nominato Ct delle aquile biancorosse e non ha avuto dubbi: per completare la squadra di assistenti con i quali vivere l'avventura dei Mondiali ha pensato immediatamente ad Alessio Di Petrillo.

La Polonia debutterà nella competizione martedì 22 novembre alle 17 (ora italiana) contro il Messico. Poi sfiderà l'Arabia Saudita sabato 26 novembre alle 14 e chiuderà il girone con la partita contro l'Argentina, in programma mercoledì 30 novembre alle 20. Se avevate qualche dubbio su chi simpatizzare, sicuramente la Polonia è fra le formazioni in lista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pisano al mondiale: Alessio Di Petrillo in Qatar con la Polonia

PisaToday è in caricamento