rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Calcio

Como-Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Dicono che siamo forti? Dobbiamo migliorare ancora"

Nerazzurri all'assalto del Como domenica 5 dicembre: torna tra i convocati Berra

Voglia di vincere. Non tanto per un senso di riscatto dopo la delusione subita, principalmente per mano dell'arbitro, al termine della partita contro il Perugia. Quanto per la voglia di continuare a dimostrare con i fatti che l'attuale posizione di classifica non è figlia del caso ma è la naturale conseguenza del lavoro portato avanti dalla scorsa estate. Il Pisa riprende la sua marcia da Como: domenica 5 dicembre al Sinigaglia si gioca la sedicesima giornata del campionato di Serie B (inizio ore 14).

Continuare a migliorare

"In tanti ci dicono che siamo forti e che non siamo più una sorpresa. Io sono felice di questi attestati di stima, ma alla mia squadra dico: possiamo e dobbiamo migliorare ancora". Non utilizza mezzi termini Luca D'Angelo per indicare la strada da seguire ai suoi uomini, protagonisti di una prima parte di campionato fin qui eccezionale, ma capaci secondo lui di completare qualche altro step nel processo evolutivo e formativo del gruppo. "Stiamo prendendo gradualmente consapevolezza dei nostri mezzi - prosegue il tecnico nerazzurro - ma credo che tutti, dentro allo spogliatoio, non abbiano ancora capito quanto siano realmente forti".

E' con questa premessa che D'Angelo si addentra nella presentazione della gara che domani il suo Pisa disputerà in casa del Como: "Torna tra i convocati Berra. Purtroppo però rimangono ancora fuori Siega e De Vitis. E non avremo neppure Birindelli, squalificato. Fisicamente stiamo molto bene e anche moralmente abbiamo smaltito la delusione derivante dal pareggio con il Perugia. Quel sentimento dovremo tramutarlo in furore agonistico nella sfida di domani". Un match che con tutta probabilità i nerazzurri interpreteranno con il 4-3-1-2, nel quale il terminale offensivo sarà ancora Lorenzo Lucca: "Si è allenato bene. E' concentrato". Accanto a lui il ballottaggio è serrato, rimane in piedi anche la candidatura di Beppe Mastinu: "Un calciatore unico nel nostro gruppo per qualità tecniche e caratteristiche tattiche".

D'Angelo si concede anche un commento riguardo alla polemica sugli arbitraggi e fa un passo indietro alla gara col Perugia: "Il difensore avversario ha chiesto scusa al diretto di gara temendo di essere ammonito per simulazione. L'arbitro correttamente aveva ordinato un nuovo corner, leggendo bene la situazione. Poi, una volta richiamato dal Var, ha fatto la frittata. Il problema non è l'esperienza dei fischietti: ciò che conta, per loro come per i giocatori, è la personalità. Mi auguro che d'ora in avanti chi arbitrerà le nostre partite abbia la personalità necessaria per dirigere senza tentennamenti".

Qualità individuali e organizzazione collettiva

Una formazione infarcita da ottime individualità, ma per la quale la cifra più importante è lo spirito di gruppo e la forza del collettivo. E' questa l'istantanea che fotografa al meglio il prossimo avversario del Pisa: il Como è da formazione neopromossa sta affrontando il torneo cadetto con tanta personalità e molto entusiasmo. Che non scemerà neppure domani, quando i biancoblu dovranno affrontare il Pisa con numerose assenze: Chajia, Varnier, Gori, Ioannou soltanto per dirne alcuni.

"Abbiamo molti infortuni - ammette il tecnico Giacomo Gattuso - sto riflettendo sull'opportunità di proseguire con il 4-4-2 oppure virare verso il 3-5-2. Vero è che dobbiamo anche considerare la forza della squadra che affronteremo domani: il Pisa è una delle formazioni migliori del campionato, non sono al vertice per caso". In avanti Gattuso ritrova l'ariete Cerri, di ritorno dopo le tre giornate di squalifica, che giocherà in coppia con La Gumina.

L'arbitro e le curiosità della partita

La gara di domani verrà diretta da un fischietto illustre: Daniele Doveri, protagonista di ben 185 gettoni in Serie A. Nato a Volterra e cresciuto in provincia di Pisa fino ai 10 anni di età, Doveri fa parte della sezione di Roma. Nonostante la lunga militanza sui campi di calcio, quella di domani per il Pisa sarà la prima gara ufficiale diretta dall'arbitro laziale. Il Como invece ha già incrociato Doveri in questa stagione: nella gara d'esordio sul terreno del Crotone (2-2).

Il Como da due mesi e mezzo è imbattuto in casa. Dopo le prime due sconfitte consecutive, ha inanellato 3 vittorie e 2 pareggi. I nerazzurri lontano dall'Arena Garibaldi ha raccolto 5 punti nelle ultime 5 gare, frutto di un successo (a Brescia), due pareggi e altrettante sconfitte. Sarà la tredicesima gara ufficiale che lo Sporting Club disputerà in casa del Como: il bilancio complessivo evidenzia 4 vittorie dei lombardi, 2 successi nerazzurri e 6 pareggi.

Le probabili formazioni

Como (4-4-2): Facchin; Vignali, Scaglia, Solini, Iovine; Zito, Bellemo, Arrigoni, Parigini; La Gumina, Cerri. All. Gattuso

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Hermannsson, Caracciolo, Leverbe, Beruatto; Tourè, Nagy, Marin; Gucher; Cohen, Lucca. All. D'Angelo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Como-Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Dicono che siamo forti? Dobbiamo migliorare ancora"

PisaToday è in caricamento