rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Calcio

"La curva traboccava di entusiasmo: impossibile proporre la coreografia"

I gruppi organizzati della Curva Nord 'Maurizio Alberti' spiegano i motivi per i quali non è andata in scena la coreografia preparata per la finalissima playoff

'Fin da bambini andiamo allo stadio con la sciarpa stretta al collo / Alzandola e cantando diventiamo una cosa sola / noi in curva, voi in campo, lottiamo per la vittoria'. I gruppi organizzati della Curva Nord 'Maurizio Alberti' partono dalle parole del maxi striscione dispiegato nelle battute iniziali della finalissima dei playoff contro il Monza, dello scorso 29 maggio, per spiegare le motivazioni per le quali non è stato possibile mettere in scena per intero la coreografia preparata per l'occasione.

"Questo il testo dello striscione (lungo 130 metri) che abbiamo esposto al fischio d’inizio della partita tra Pisa e Monza. Lo scorrere della frase avrebbe dovuto fare da 'sottotitolo', in modo assolutamente originale, ad una coreografia che avevamo preparato e che, come tutti hanno notato, abbiamo deciso di non esporre. In molti hanno intravisto i borsoni con il materiale, predisposti sui gradoni della Curva. Il lavoro è stato preparato con impegno e ha coinvolto come sempre decine di persone fino alla mattina stessa antecedente la finale. Nonostante questo, abbiamo preferito rimandarla a causa del grande afflusso di persone all'interno del settore".

"Le coreografie cerchiamo sempre di farle al meglio e con il Monza non abbiamo visto le condizioni che potessero garantire un buon risultato. Il materiale all'interno della curva lo consegniamo personalmente, assicurandoci che ognuno abbia quello che gli spetta, parlando e spiegando il da farsi ai presenti. Tutto questo non era possibile. A malincuore abbiamo deciso di far scorrere solamente lo striscione; le persone presenti hanno fortunatamente fatto il resto alzando migliaia di sciarpe. Abbiamo pensato fosse giusto intervenire non certo per giustificarci, ma per spiegare a chi ha contribuito con le collette i motivi per cui non ha visto alcuna coreografia 'organizzata' ad inizio partita. I soldi raccolti sono comunque serviti per rientrare del materiale acquistato, dato che come ogni volta sono i gruppi o i singoli ad anticipare i soldi necessari. Niente è andato perso, abbiamo già pronta e organizzata una coreografia che metteremo in atto non appena si presenterà l’occasione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La curva traboccava di entusiasmo: impossibile proporre la coreografia"

PisaToday è in caricamento