rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Calcio

Frosinone-Pisa 1-2 | Impresa sfiorata, ma che grande squadra: i nerazzurri chiudono al terzo posto

Puscas e Sibilli mettono la firma sulla vittoria dello Stirpe: il Monza perde e finisce quarto, la Cremonese vince e va in Serie A con il Lecce

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Non è bastato per concretizzare il sogno, ma è servito per ribadire ancora una volta che il Pisa è una grande squadra. Con un cuore enorme, un animo fortissimo, una tempra d'acciaio. Il successo all'ultima giornata regala agli uomini di D'Angelo il sorpasso al fotofinish sul Monza, che perde a Perugia: nerazzurri terzi a 67 punti, due in meno della Cremonese che vince a Como e centra la promozione in Serie A insieme al Lecce (71). E adesso i playoff: un nuovo torneo da vincere per conquistare la meritata promozione.

E' un Pisa scintillante quello che nel primo tempo gioca da padrone assoluto sul terreno dello Stirpe. Che riesce anche a superare indenne, a livello psicologico, il brivido corso dopo neanche dieci minuti quando Nicolas stende Canotto sulla linea di fondo. L'arbitro in un primo momento assegna il penalty, poi interviene il Var: lo scatto dell'attaccante ciociaro alle spalle di Hermannsson è arrivato con un tempo di anticipo e il fuorigioco è netto. Poi praticamente è solo Pisa. Il tridente offensivo composto da Lucca, Sibilli e Puscas dialoga benissimo negli spazi lasciati liberi dalla formazione di casa, protesa in avanti alla ricerca del gol. E al quarto d'ora piazza il primo colpo sfruttando un rimpallo fortunato su calcio di punizione. Birindelli si avventa sulla palla vagante riciclando un suggerimento prezioso per Puscas, che si avvita in aria e di destro gonfia la rete. Appena quattro minuti dopo Lucca protegge il rilancio lungo di Nicolas e poi serve l'inserimento di Sibilli: un passo in area di rigore e destro a giro strepitoso che si infila nell'angolo lontano. Il Frosinone rientra in campo con l'intento di accelerare i tempi per riaprire i giochi, ma il dispositivo difensivo del Pisa regge l'urto senza andare troppo in affanno. I padroni di casa trovano un paio di calci piazzati che non creano grattacapi. Ma la beffa è sempre dietro l'angolo e si materializza al 65' quando Leverbe è protagonista del più classico 'gollonzo'. Il difensore entra nella traiettoria del passaggio di Ciano: tocco di destro che si trasforma in un pallonetto che si infila proprio sotto la traversa. Il gol casuale però non rianima troppo il Frosinone, che si limita a una circolazione di palla non eccessivamente rapida. E così il muro nerazzurro regge ai palloni alti sparati verso l'area di rigore.

La partita

Il giorno del verdetto è arrivato. Dopo i novanta minuti di Frosinone non ci sarà più spazio per i calcoli: allo Stirpe termina la stagione regolare cadetta. Un percorso che il Pisa ha vissuto in modo esaltante. I nerazzurri puntano a un finale ancora più travolgente andando a caccia del successo in casa della formazione ciociara. Per la rincorsa al successo nell'ultima di campionato D'Angelo rispolvera e rilancia Lucca dal 1' accanto a Puscas in avanti, supportati da Sibilli. In mezzo al campo chance per Siega nel ruolo di guastatore accanto a Nagy e Marin. Al centro della difesa, infine, il posto dell'infortunato Caracciolo viene preso da Hermannsson, con Leverbe che rientra dal turno di squalifica.

Il Frosinone tenta di dare una sterzata immediata alla gara con la verticalizzazione di Garritano che serve l'inserimento verticale di Canotto. L'attaccante sfila alle spalle di Hermannsson e poi si presenta davanti a Nicolas: il rimpallo lo premia, il portiere lo sdraia, ma il Var cancella il rigore concesso da Rapuano per la posizione di partenza in offside. La reazione del Pisa è immediata: i nerazzurri conquistano un paio di calci piazzati e al secondo tentativo passano. La palla rimbalza come un flipper nell'area ciociara e termina sul sinistro di Birindelli, che dalla linea di fondo serve Puscas al centro: destro in acrobazia e palla in rete. 0-1 al 16'. Passano appena quattro minuti e arriva il raddoppio. La bordata di Nicolas lancia in profondità Lucca, che si difende dalla pressione di Gatti e poi manda in porta Sibilli. La difesa di casa è totalmente sbilanciata e Sibilli la punisce: destro a giro sul secondo palo, rete.

Il Frosinone ci mette un po' a schiarirsi le idee dopo l'uno-due incassato e si ripresenta dalle parti di Nicolas soltanto al 34': botta secca di Boloca dal limite, il portiere respinge con i pugni. Ma quando il Pisa apre il gas nella metà campo avversaria trova sempre il varco giusto per affondare il colpo. Sibilli serve Puscas libero di puntare in area Barisic: lo salta secco, poi il diagonale esce di pochissimo. L'unica lieve distrazione difensiva del Pisa arriva al 44' quando Canotto sfugge alle cure di Beruatto: il suo cross rasoterra viene disinnescato in corner.

I nerazzurri controllano il tentativo del Frosinone di forzare i tempi per trovare il gol della speranza. I ciociari conquistano alcuni calci piazzati che però non portano a pericoli reali. La rete che riapre i giochi però arriva al 65' su un'azione del tutto casuale. Ciano sulla trequarti prova ad allargare per Zerbin, sulla traiettoria c'è Leverbe che incredibilmente e sfortunatamente impatta la sfera col destro, trovando un pallonetto che si infila sotto alla traversa. La gara per i padroni di casa però non cambia: il Pisa rimane in controllo nonostante i ciociari tentino in tutti modi di accelerare la circolazione della palla per trovare il varco vincente. Comunque D'Angelo getta in campo forze fresche: Tourè in mezzo, Mastinu e Cohen in avanti. Si arriva così ai 6 minuti di recupero: piovono palloni su palloni nell'area nerazzurra ma il muro regge e arrivano i tre punti.

Il tabellino

Frosinone-Pisa 1-2

Frosinone (4-3-3): Ravaglia; Zampano (46' Oyono), Barisic, Gatti, Cotali; Garritano, Ricci, Boloca (68' Rohden); Zerbin (87' Tribuzzi), Ciano (82' Cicerelli), Canotto (69' Novakovich). All. Grosso

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Birindelli, Hermannsson, Leverbe, Beruatto; Siega (68' Tourè), Nagy, Marin (92' De Vitis); Sibilli (78' Mastinu); Lucca, Puscas (78' Cohen). All. D'Angelo

Reti: 16' Puscas (P), 20' Sibilli (P), 65' Leverbe (P) aut.

Ammoniti: Barisic (F), Leverbe (P), Nicolas (P), Marin (P), Ciano (F), Rohden (F), Cotali (F)

Note: arbitro Antonio Rapuano; angoli 6-3 (3-2); recupero 3' e 6'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frosinone-Pisa 1-2 | Impresa sfiorata, ma che grande squadra: i nerazzurri chiudono al terzo posto

PisaToday è in caricamento