rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Calcio

Pisa S.C., Corrado: "Decisione troppo severa su Tourè. Presenteremo ricorso"

Il presidente nerazzurro fa il punto sulla situazione della squadra e auspica la riapertura al 100% dell'Arena Garibaldi

"In campo possono sbagliare tutti: dall'allenatore ai calciatori, passando per il direttore di gara. Purtroppo, nella partita di Cittadella, ci è parso di notare un atteggiamento eccessivamente rigido dell'arbitro nei nostri confronti. Riteniamo che possa aver commesso qualche errore, sicuramente in buonafede, per il quale ci riserviamo l'opportunità di presentare un ricorso": in estrema sintesi è questa la posizione del presidente del Pisa, Giuseppe Corrado, a pochi giorni dall'ultima partita disputata dalla sua squadra sul campo del Cittadella.

Domenica scorsa i nerazzurri sono usciti sconfitti 2-0 dal confronti in Veneto, ma ciò che più ha alzato i toni della polemica, tra la tifoseria e non solo, è stata la conduzione arbitrale del signor Meraviglia di Pistoia. "Prima dell'espulsione di Nagy avevamo la partita in mano - commenta il presidente a margine della presentazione della prima iniziativa natalizia della società - il rosso al centrocampista, ineccepibile, ha cambiato la dinamica del match. Il nostro calciatore si è ritrovato in una situazione di gioco evitabile, ma ha comunque preso una decisione sbagliato commettendo quel tipo di fallo. Ne è consapevole. Purtroppo quello che è accaduto nel secondo tempo, invece, non è da imputare alla squadra".

Corrado spiega: "Non ho mai amato dilungarmi sulle scelte arbitrali, perché non voglio dare adito a possibili alibi in seno alla squadra o tra i tifosi. Dobbiamo imparare ad assumerci le nostre responsabilità e, soprattutto, rispettare le sentenze in un Paese nel quale è all'ordine del giorno cercare di aggirare le decisioni dei giudici. Nel caso specifico di Tourè, però, siamo certi dell'assoluta inadeguatezza del provvedimento del giudice sportivo. Probabilmente presenteremo il ricorso avverso alle tre giornate di squalifica. Senza scivolare nel vittimismo, perché l'episodio era comunque evitabile da parte del nostro giocatore, siamo certi che la squalifica sia eccessiva. Idrissa è un giocatore molto corretto, pur giocando in mezzo al campo ed essendo molto esuberante fisicamente non aveva mai ricevuto un'ammonizione prima della gara di Cittadella".

Il presidente conclude con una panoramica sul qualdro generale del calcio italiano, "che ha l'urgente bisogno di tornare al 100% della capienza degli stadi. Verosimilmente, salvo nuovi allarmi sanitari che tutti ci auguriamo di evitare, entro la fine del 2021 arriveremo a questo obiettivo. Quando l'Arena Garibaldi tornerà a pieno regime con i 9.900 posti a disposizione, potremo anche mettere mano a possibili offerte come i miniabbonamenti. Senza la capienza massima sarebbe inutile: i posti sono troppo pochi per le richieste del nostro pubblico, scontenteremmo sicuramente molte persone".

Nonostante le pastoie burocratiche e i rallentamenti dovuti alla pandemia, il progetto di restyling dello stadio prosegue in parallelo alla realizzazione del nuovo centro sportivo in Gagno. "Legends rimane un interlocutore centrale, ma nulla vieta che i numerosi contatti di Alexander Knaster possano portarci a ulteriori sbocchi internazionali. La ristrutturazione dell'Arena resta uno dei binari sul quale intendiamo far viaggiare la crescita del club, anche perché il prossimo step sportivo che dobbiamo compiere è l'approdo in Serie A. Ma in attesa dell'avvio dei lavori, potremmo disputare quel campionato anche con l'attuale stadio presentando le dovute deroghe".

Nessun mistero quindi su quelle che sono le ambizioni del club: "Non lo abbiamo mai nascosto - conclude Giuseppe Corrado - vediamo la società come un insieme di parte sportiva, commerciale e infrastrutturale. La crescita deve essere uniforme e omogenea. Attualmente il margine di sfruttamento delle leve commerciali, per il palcoscenico della Serie B, è praticamente azzerato. Per avere ulteriori opportunità c'è bisogno di raggiungere la Serie A e portare a compimento i progetti di realizzazione del centro sportivo e del restyling dell'Arena Garibaldi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa S.C., Corrado: "Decisione troppo severa su Tourè. Presenteremo ricorso"

PisaToday è in caricamento