rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Calcio

Lecce-Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Vietato accontentarsi: vogliamo vincere"

Il tecnico presenta la supersfida del 25 aprile: Nicolas rimane in dubbio. La Curva Nord chiama a raccolta: tutti all'Arena per la rifinitura di domenica 24 aprile

C'è poco da presentare. Non resta soltanto che attendere che il tempo trascorra e ci conduca fino al fischio d'inizio della partita che potrebbe schiudere scenari pazzeschi per il Pisa e la sua tifoseria. Lunedì 25 aprile lo Sporting Club farà visita al Lecce (fischio d'inizio alle ore 15): i salentini occupano il secondo posto in classifica con 65 punti, due in più della formazione guidata da Luca D'Angelo. Si tratta della terzultima giornata di stagione regolare: un vero e proprio spareggio per la corsa alla promozione diretta in Serie A. Chi vince può fare tre passi avanti fondamentali verso il traguardo. Chi perde dovrà 'accontentarsi' dei playoff. Un pareggio servirebbe a poco per entrambe le sfidanti.

Nicolas in dubbio

Proprio sul tema dell'accontentarsi il tecnico nerazzurro calca la mano. "Dopo un intero campionato giocato sopra le righe, con un girone d'andata disputato da assoluti protagonisti e un ritorno nel quale siamo riusciti a battagliare alla pari con tutte le principali rivali, non possiamo avere il 'braccino' adesso. Dobbiamo avere la forza mentale e la qualità per rincorrere la promozione diretta in Serie A. Il secondo posto dista soltanto due lunghezze: cercheremo di vincere a Lecce per inseguire il nostro sogno". Il Pisa, alla Serie A diretta, ci crede eccome.

"Giocheremo in uno stadio e in un contesto da Serie A - prosegue D'Angelo - ci attendono oltre ventimila tifosi ospiti. Saremo accompagnati da tantissimi supporters partiti da Pisa con ogni mezzo. Il tifo potrebbe essere un fattore importante, sia per noi che per gli avversari". Oltre al contesto ambientale, ci sono anche i tantissimi contenuti tecnici che una sfida come quella di lunedì porta con sé. "Si sfideranno due formazioni differenti. Il Lecce è una squadra molto tecnica, il Pisa invece viaggia di più sul dinamismo. A tre giornate dalla fine ci ritroviamo a giocarci una fetta di Serie A e, ovviamente, servirà una partita quasi 'perfetta' uscirne con punti pesanti".

La squadra durante la settimana "si è allenata con serenità e concentrazione. Percepiamo l'attesa della nostra gente, ma per il momento non ho intravisto segnali di eccessiva ansia nei miei giocatori. Sarebbe un errore farsi prendere dall'adrenalina adesso. Mancano ancora due giorni alla partita" ammonisce Luca D'Angelo. "La vittoria contro il Como ci ha permesso di ritrovare spensieratezza e tranquillità. Già a Perugia avevo visto un gruppo più consapevole della propria forza e meno appesantito dalla necessità di vincere. E' con questa leggerezza che, di qui alla fine della stagione, dovremo inseguire il nostro sogno". Una spontaneità che Luca D'Angelo conserva anche dopo le 161 panchine vissute dall'inizio della sua avventura nerazzurra: "Sono sempre emozionato. Per me è un grande privilegio poter guidare una squadra importante come il Pisa".

Dal campo arrivano aggiornamenti riguardo alle condizioni del portiere Nicolas: "Sta migliorando di giorno in giorno, ma resta sotto stretta osservazione. Il ginocchio dà buone risposte, ma sul suo eventuale impiego decideremo soltanto a ridosso del fischio d'inizio". Livieri quindi, stando alle parole del tecnico abruzzese, è ancora il maggiore indiziato per la difesa della porta nerazzurra anche al Via del mare. In mezzo al campo invece Nagy e Marin sono sicuri del posto: la terza maglia se la giocano Siega, Mastinu e De Vitis, in rigoroso ordine di probabilità.

L'appello della Curva Nord

Domenica 24 aprile la squadra sosterrà la rifinitura all'Arena Garibaldi prima della partenza in aereo alla volta della Puglia. E la Curva Nord chiama a raccolta tutto il popolo nerazzurro per trasmettere al gruppo carica, passione ed emozioni. "Per chi volesse fare l'ultimo incitamento alla squadra prima della partenza per la delicatissima trasferta di Lecce, il ritrovo è allo stadio Romeo Anconetani, lato tribuna, domani mattina alle ore 11. Lottare per continuare a sognare. Mau ovunque".

L'arbitro e le curiosità della partita

La gara sarà diretta da Luca Pairetto di Nichelino: un fischietto che in carriera vanta già 260 gettoni distribuiti tra Serie A, Serie B, Serie C e competizioni internazionali. Il Pisa lo ha incrociato in due occasioni: quest'anno quando ha sconfitto il Monza all'Arena Garibaldi (2-1), e undici anni fa in Serie C quando i nerazzurri vennero sconfitti 2-0 a Viareggio.

Al Via del mare ci saranno almeno 23mila spettatori: record stagionale per il Lecce e più in generale per l'intera Serie B. Lo Sporting Club non sarà da solo: nel settore ospiti prenderanno posto circa 700 sostenitori partita da Pisa con ogni mezzo. Speranzosi di rivivere le emozioni generate dall'ultimo incrocio ufficiale avvenuto in terra salentina: il 19 dicembre 2020 gli uomini di D'Angelo schiantarono il Lecce con un secco 3-0 firmato da Soddimo, Gucher e Sibilli. Questa è anche l'unica vittoria pisana nei 17 precedenti totali: il Lecce ha conquistato 11 successi, i pareggi sono 5.

Le probabili formazioni

Lecce (4-3-3): Gabriel; Calabresi; Lucioni, Tuia, Gallo; Blin, Hjulmand, Gargiulo; Strefezza, Coda, Di Mariano. All. Baroni

Pisa (4-3-1-2): Livieri; Birindelli, Leverbe, Caracciolo, Beruatto; Siega, Nagy, Marin; Benali; Torregrossa, Puscas. All. D'Angelo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce-Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Vietato accontentarsi: vogliamo vincere"

PisaToday è in caricamento