Calcio

Parma-Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Finora siamo stati bravi. Dovremo esserlo anche domani"

Nerazzurri di fronte al secondo big match consecutivo della stagione: al Tardini se la vedranno con Buffon e compagni, scortati da 2.500 tifosi

Un esame dopo l'altro, per confermare l'incredibile avvio di campionato, rafforzare l'entusiasmo dell'intero ambiente e giustificare i sogni che, inevitabilmente, iniziano a fare capolino nella mente di tutti quanti. Il Pisa si presenta a Parma da capolista, a punteggio pieno dopo cinque turni di Serie B, con l'ambizione di sfidare senza alcun timore uno dei giganti della categoria. Domenica 26 settembre al Tardini (ore 16.15) andrà in scena il secondo big match della stagione nerazzurra: dopo aver silurato il Monza martedì scorso, gli uomini di Luca D'Angelo voglion regalarsi un altro pomeriggio da sogno.

Voglia di stupire ancora

Fuori soltanto il terzino Filippo Berra e il centrocampista Nicholas Siega. Per il resto il gruppo è in grande forma e a disposizione del tecnico nerazzurro, che si gode il momento senza perdere la sua proverbiale compostezza: "Finora abbiamo dimostrato di essere stati più bravi, più forti e più intelligenti degli avversari incontrati. Ma sono tutte cose che archiviamo con soddisfazione, perché adesso conta soltanto affrontare il Parma con il massimo dell'attenzione e al meglio delle nostre potenzialità. Gli emiliani sono fortissimi, hanno anche un impianto di gioco molto interessante e non convenzionale".

Ecco perché le attenzioni ricevute dagli organi di comunicazione nazionali devono essere uno stimolo: "Fa piacere, perché significa che abbiamo mostrato qualcosa di buono - sottolinea con un sorriso Luca D'Angelo - però siamo consapevoli che queste luci si possono spegnere se non continueremo a giocare come abbiamo fatto finora. Lo spogliatoio è molto sereno e consapevole della strada lunghissima che ancora ci attende: nessuno si è fatto prendere dall'eccessivo entusiasmo".

Con tutta probabilità verrà confermato il 4-3-1-2 di partenza con l'inserimento dal 1' di Samuele Birindelli: il terzino potrebbe prendere il posto di Beruatto a sinistra, con il resto del pacchetto difensivo confermato rispetto alla gara con il Monza. Quindi Leverbe e Caracciolo al centro ed Hermannsson a destra. Qualche novità in più potrebbe esserci dalla metà campo in su, dove Gucher scalpita per ritrovare la maglia da titolare. Il capitano potrebbe riappropriarsi del ruolo di trequartista, alle spalle di Lucca e Cohen, con Tourè, Nagy e Marin ancora a presidiare la zona mediana.

Dubbi e fragilità

In casa Parma, nonostante i proclami di inizio stagione e le legittime ambizioni della piazza, abbondano dubbi e fragilità. La guida di Enzo Maresca dalla panchina ha già palesato eccessive indecisioni, così come non convince la scelta della dirigenza di non mettere a disposizione del tecnico alternative più numerose in mezzo al campo. E così si spiega un avvio di stagione decisamente negativo dalle parti del Tardini: due sole vittorie e ben 7 reti subite sono la fotografia di un momento molto difficile per i ducali.

Quella contro il Pisa rischia di essere la classica gara 'da dentro o fuori' per Maresca, che per l'occasione ritrova l'ispirazione dell'italo-argentino Franco Vazquez in mezzo al campo dopo il turno di squalifica osservato nella sconfitta di Terni. Mancherà però ancora Schiattarella, fermato da un problema muscolare che lo sta tenendo fuori da una settimana. In attacco però i ducali possono contare sull'autentica 'bestia nera' del Pisa di D'Angelo nelle ultime due stagioni: Gennaro Tutino, autore di 4 gol in tre partite con le maglie di Salernitana ed Empoli.

L'arbitro della partita

La sfida sarà diretta da un arbitro che non porta molta fortuna ai colori nerazzurri. Con Alessandro Prontera in campo, infatti, il Pisa ha raccolto soltanto un pareggio e ben cinque sconfitte: il fischietto bolognese ha diretto, tra le altre, anche la gara di Livorno dell'aprile 2018 in Serie C. In quell'occasione gli amaranto trionfarono 2-0, estromisero definitivamente dalla corsa al primato del Girone A di Serie C il Pisa, e si avviarono verso la vittoria e la promozione in Serie B.

Come raggiungere lo stadio

Domani al Tardini la presenza dei tifosi pisani si aggirerà attorno alle 2.500 unità. Un numero incredibile, che testimonia l'entusiasmo incontenibile attorno alla squadra. Il grosso dei sostenitori, circa 2.100, sarà sistemato nel settore ospiti posto nella Curva Sud del Tardini. Per evitare ingorghi di traffico e un flusso eccessivo di auto private nella zona dello stadio, la Questura di Parma ha predisposto un servizio gratuito di bus navetta con cui trasportare i supporters pisani al Tardini.

Percorrendo l’Autostrada A15, i tifosi ospiti dovranno uscire al casello 'PARMA OVEST'. Immediatamente sulla destra, usciti dal casello autostradale di 'PARMA OVEST', in località Pontetaro in via Dei Bersaglieri si trova l’ampio parcheggio, dove sarà garantito anche il servizio di custodia delle vetture. In quest’area saranno predisposti pullman gratuiti riservati al trasporto dei tifosi per il Settore Ospiti dello stadio Tardini. Il servizio, oltre a essere gratuito, è garantito sia all’andata che al termine della gara). Al casello autostradale 'PARMA OVEST' dovranno uscire anche i pullman allestiti dalla tifoseria organizzata del Pisa.

Le probabili formazioni

Parma (3-4-3): Buffon; Delprato, Danilo, Cobbaut; Juric, Vazquez, Brunetta, Coulibaly; Correia, Tutino, Mihaila. All. Maresca

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Hermannsson, Leverbe, Caracciolo, Hermannsson; Tourè, Nagy, Marin; Gucher; Cohen, Lucca. All. D'Angelo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma-Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Finora siamo stati bravi. Dovremo esserlo anche domani"

PisaToday è in caricamento