rotate-mobile
Calcio

Parma-Pisa 0-1 | I nerazzurri marciano sulle note di Verdi: sbancato anche il Tardini

Secondo successo consecutivo in quattro giorni: decide la sfida un fendente di Tourè a poco più di dieci minuti dal termine

E' un Pisa formato deluxe quello che sbanca il Tardini e si issa completamente da solo al sesto posto (41 punti), in attesa che il resto delle contendenti per la corsa ai playoff giochi le proprie carte. Dopo un primo tempo perfetto tatticamente, i nerazzurri piazzano la stocca vincente nel momento decisivo della ripresa e festeggiano così la dodicesima trasferta a punti consecutiva, insieme alla seconda vittoria in appena quattro giorni.

La prima frazione è bloccatissima a livello tattico, e così anche lo spettacolo offre ben poco. Le fasi difensive di Pisa e Parma concedono soltanto le briciole agli opposti attacchi. I padroni di casa puntano forte sulle accelerazioni esterne di Zanimacchia e Man, che trovano però le chiusure perfette di Tourè e Calabresi a destra e Beruatto e Gargiulo sul lato opposto. I nerazzurri invece si appoggiano bene a Moreo, boravo a svariare su tutto il fronte offensivo. La prima conclusione verso i pali porta la firma di Sibilli, che rifinisce il dialogo tra Moreo e Tourè ma dal limite trova soltanto la potenza e non la precisione. Dall'altra parte ci prova Bernabè dalla distanza, senza neppure trovare lo specchio della porta.

La ripresa è ancora più spezzettata, con tanti contatti e molti falli fischiati in mezzo al campo. Le due squadre impiegano oltre un'ora prima di sbottonare un minimo l'abito tattico indossato fino a quel momento, ed è il Pisa che crea la migliore occasione con Calabresi che crossa rasoterra a centro area per Moreo, che brucia il diretto marcatore ma viene fermato sul più bello da Chichizola in uscita. Il Parma è tutto in una percussione guidata da Man e Bernabè che si risolve in una timida mischia sbrogliata da Caracciolo. Poi con i cambi D'Angelo piazza l'accelerazione decisiva. E' Torregrossa, al rientro dopo la lesione muscolare rimediata il 26 dicembre a Ferrara, che crea per Tourè, bravo a liberarsi al limite dell'area e poi a scaricare un fendente impredibile sotto la traversa.

La partita

Sfida di altissima classifica, con un seguito enorme (in 1.200 sono arrivati al Tardini) nonostante si giochi in un gelido martedì sera. Dopo aver ritrovato il successo sul terreno dell'Arena Garibaldi, il Pisa vuole continuare la sua corsa aggiungendo un altro mattoncino allo straordinario percorso esterno avviato a settembre. I nerazzurri raccolgono punti da undici trasferte consecutive e in casa del Parma vanno a caccia del dodicesimo sigillo, per consolidare la posizione nei playoff e tenere alle spalle proprio la formazione emiliana.

D'Angelo lancia dal 1' Caracciolo al centro della difesa, al posto dello squalificato Hermannsson. In mezzo al campo, nella posizione dell'altro squalificato di serata (Marin) gioca Gargiulo. E in appoggio al riferimento offensivo Moreo troviamo Sibilli e Morutan. L'andamento del primo quarto d'ora di gara è molto lento. Il Pisa è disposto bene ed è molto attento a non lasciare spazi tra la mediana e la difesa, e così i padroni di casa non riescono a sfruttare la rapidità e la tecnica di Zanimacchia e Man sugli esterni.

La prima vera azione della serata è nerazzurra e nasce dal dialogo al limite dell'area fra Moreo e Tourè, bravo a servire l'accorrente Sibilli. Il numero 17 inquadra la porta e calcia forte, ma la mira è centrale e Chichizola blocca a terra. Il Parma risponde attorno alla mezz'ora con un paio di minuti di pressione sulla trequarti nerazzurra, ma lo sforzo dei padroni di casa produce soltanto un tiro di Bernabè sparacchiato lontano dai pali. Sono le due fiammate principali di un confronto bloccatissimo sul piano tattico, dove prevalgono le due fasi difensive.

Le prime schermaglie della ripresa ricalcano quanto visto nel primo tempo, con entrambe le formazioni più attente a non scoprirsi invece di affondare il colpo. Fino al 55', quando Calabresi e Moreo costruiscono una palla gol colossale. Il terzino si sgancia sulla destra e mette a centro area un rasoterra sul quale Moreo è bravissimo ad anticipare il diretto marcatore e spalancarsi così lo specchio della porta. L'uscita disperata di Chichizola però è efficace: la conclusione del centravanti gli sbatte sul petto.

I padroni di casa rispondono alla spallata ospite con un'azione quasi alla mano che va da sinistra a destra, dove Bernabé scodella un rasoterra a centro area che genera una piccola mischia che Caracciolo sbroglia senza affanni. A un quarto d'ora dalla fine D'Angelo sceglie di fare i primi cambi, richiamando Morutan e Gargiulo per inserire Mastinu e Matteo Tramoni. Pecchia risponde con Benedyczak e Bonny. Le scelte premiano il tecnico nerazzurro quando Torregrossa controlla il pallone al limite dell'area prima di imbucare per Tourè. La palla taglia fuori tutta la difesa parmense: il centrocampista controlla di petto e poi scarica una bordata imprendibile sotto la traversa. Nerazzurri avanti all'82'.

Per l'assalto finale dei padroni di casa arrivano forze fresche dalla panchina: fuori Moreo per Rus, con la difesa che passa a tre, e dentro anche De Vitis al posto di Nagy. Il Parma ci prova più con la forza della disperazione che con le idee chiare, e non va oltre un paio di corner sui quali domina Nicolas in uscita. Il punto esclamativo sul trionfo nerazzurro è l'espulsione di Valenti, cacciato dal campo per un'entrataccia scomposta su Tourè.

Il tabellino

Parma-Pisa 0-1

Parma (4-1-4-1): Chichizola; Del Prato, Osorio, Valenti, Ansaldi (46' Zagaritis); Sohm (76' Hainaut); Zanimacchia (81' Benedyczak), Juric (85' Charpentier), Bernabè, Man (76' Bonny); Vazquez. All. Pecchia

Pisa (4-3-2-1): Nicolas; Calabresi, Caracciolo, Barba, Beruatto; Tourè, Nagy (87' De Vitis), Gargiulo (73' Mastinu); Morutan (73' Tramoni M.), Sibilli (78' Torregrossa); Moreo (87' Rus). All. D'Angelo

Reti: 82' Tourè (Pi)

Ammoniti: Calabresi (Pi), Pecchia (Pa) dalla panchina, Barba (Pi)

Note: arbitro Gianluca Aureliano; angoli 4-1 (0-1); recupero 1' e 5'; espulso Valenti (Pa) al 95' col rosso diretto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma-Pisa 0-1 | I nerazzurri marciano sulle note di Verdi: sbancato anche il Tardini

PisaToday è in caricamento