Calcio

Pisa-Cosenza: le probabili formazioni | D'Angelo: "Partita decisiva: serve soltanto vincere"

Torna Nicolas tra i pali: i nerazzurri hanno un'altra opportunità di tenere aperti i giochi per la promozione diretta in Serie A

Ancora un'ooportunità, nonostante lo scivolone di Lecce. Forse l'ultimissima chance per tenere ancora aperti i giochi per la promozione diretta, dopodiché ci saranno soltanto i playoff da vivere col cuore in gola e le emozioni sulla pelle. Il campionato di Serie B più pazzo dell'ultimo decennio proprio non vuole saperne di trovare una sua collocazione precisa nelle zone altissime della classifica, e così anche la penultima giornata di stagione regolare, che si giocherà interamente sabato 30 aprile alle ore 14, risulta sulla carta imprevedibile e ancora potenzialmente decisiva.

Nicolas recupera

Il Pisa, reduce dalla deludente sconfitta di Lecce di cinque giorni fa, non ha spazio per fare calcoli. A partire dalla sfida che lo attende domani, nell'infuocato pomeriggio dell'Arena Garibaldi (meteorologicamente e anche a livello ambientale: previsti circa 7mila spettatori, 400 dei quali nel settore ospiti): contro il Cosenza gli uomini di D'Angelo devono vincere. Perché la classifica lascia ancora la clamorosa opportunità di rientrare prepotentemente in corsa per il secondo posto e la promozione diretta in A. Servono, oltre ai tre punti, anche due risultati favorevoli dai campi di Monza e Cremona. Ma questa stagione cadetta ci ha insegnato che la sorpresa è sempre dietro l'angolo e nessun risultato è impossibile.

"Perciò dobbiamo inseguire e cercare la vittoria con tutte le energie che abbiamo a disposizione. E vi garantisco che ne abbiamo parecchie: mentalmente e fisicamente stiamo molto bene" assicura Luca D'Angelo nella vigilia della gara. "Probabilmente i ragazzi si sono tolti dalla testa l'assillo di dover dimostrare di essere i più bravi e i più forti. Li ho visti sereni in questi giorni nonostante la sconfitta di Lecce, desiderosi e convinti di tornare alla vittoria contro il Cosenza" aggiunge il tecnico nerazzurro. Che prevede "una sfida parecchio combattuta in mezzo al campo - spiega - servirà grande gamba e tanto dinamismo nell'uno contro uno, per creare la superiorità numerica dalla trequarti in poi".

Il tecnico nerazzurro ritroverà Tourè, di rientro dopo il turno di squalifica scontato nella partita di Lecce, e Nicolas: "Ha risolto tutti i suoi fastidi al ginocchio. Torna titolare". Mancherà invece Leverbe, squalificato per un turno dopo la quinta ammonizione rimediata in Puglia. Al suo posto, accanto a Caracciolo, giocherà l'islandese Hermannsson. "Il resto della squadra sta molto bene e tutti hanno la chance di partire dal 1'. Tutti siamo consapevoli del fatto che un successo, per il nostro cammino, è vitale" conclude Luca D'Angelo. Davanti al portiere brasiliano, la difesa sarà composta da Birindelli e Beruatto sulle fasce, con Caracciolo ed Hermannsson al centro. Nagy e Marin sono certi delle maglie sulla mediana, mentre per la terza scelta il ballottaggio è serrato. Siega appare in leggero vantaggio rispetto a Mastinu e De Vitis, con Sibilli che scalpita invece per riprendersi il posto di trequartista. In attacco l'unico sicuro di partire dal 1' è Puscas: contro il Cosenza potrebbe scattare il momento del ritorno da titolare di Lucca.

L'arbitro e le curiosità della partita

Dirige la gara Eugenio Abbattista di Molfetta. Il fischietto pugliese ha incrociato il Pisa in tre occasioni parecchio lontane nel tempo. Nel 2010 i nerazzurri impattarono sullo 0-0 proprio in casa del Cosenza, nel 2012 vinsero 2-1 con la Reggiana e nel 2016 arrivò invece il pareggio a reti bianche in casa della Virtus Entella.

Sul prato dell'Arena Garibaldi il Pisa è un rullo compressore: nelle 18 gare fin qui disputate, sono arrivati 10 successi, 7 pareggi e 1 sola sconfitta. E il bunker difensivo riesce a tenere un rendimento eccezionale: appena 12 gol concessi agli avversari, il miglior dato di tutta la B. Risultati diametralmente opposti invece per il Cosenza che, invece, non ha ancora mai vinto lontano da casa. I rossoblu vantano il poco invidiabile score di 7 pareggi e 11 sconfitte in trasferta, e in media incassano quasi due reti a gara: 35 gol al passivo in 18 match esterni.

Il bilancio dei 9 precedenti ufficiali disputati a Pisa evidenzia 4 vittorie del Pisa, 2 successi del Cosenza e 3 pareggi. Nell'ultimo incrocio, avvenuto circa un anno fa (era il 17 aprile 2021), lo Sporting Club staccò il biglietto della salvezza con un rotondo 3-0 ai danni dei calabresi.

Le probabili formazioni

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Birindelli, Hermannsson, Caracciolo, Beruatto; Siega, Nagy, Marin; Sibilli; Lucca, Puscas. All. D'Angelo

Cosenza (3-5-2): Matosevic; Rigione, Camporese, Vaisanen; Di Pardo, Gerbo, Carraro, Florenzi, Situm; Larrivey, Caso. All. Bisoli

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Cosenza: le probabili formazioni | D'Angelo: "Partita decisiva: serve soltanto vincere"
PisaToday è in caricamento