Calcio

Pisa-Frosinone 1-3 | Disastro nerazzurro: quarta sconfitta consecutiva, l'Arena contesta

Anche la capolista, in formazione ampiamente rimaneggiata, 'passeggia' su un Pisa brutto e fragile

La quarta sconfitta consecutiva decreta l'inadeguatezza del gruppo guidato da mister D'Angelo a lottare per l'obiettivo dei playoff. Ancora una volta i nerazzurri illudono passando in vantaggio dopo neppure un giro di lancette, e poi naufragano di fronte a un avversario tutt'altro che assetato di punti. Lo Sporting Club resta inchiodato a quota 46 dopo trentasei giornate di campionato ed esce dal campo accompagnato dai fischi dell'Arena Garibaldi.

Il Pisa scende in campo con un pragmatico 4-4-2 in cui Gargiulo e Sibilli spingono sugli esterni, per supportare Masucci e Gliozzi. E proprio gli ultimi tre costruiscono l'azione che sblocca il punteggio dopo appena cinquanta secondi. Rus pesca l'allungo di Sibilli alle spalle della difesa laziale, poi l'attaccante dal fondo serve a rimorchio Masucci per il cross di prima intenzione. Sul primo palo Gliozzi anticipa tutti e col destro spedisce la palla sotto alla traversa, vicino al palo più lontano. I padroni di casa legittimano il vantaggio con una buona pressione nella metà campo avversaria, che porta a un'altra conclusione di Gliozzi: stavolta Turati in volo allontana il pericolo. E come è sempre accaduto in questa stagione, al primo tentativo il Frosinone pesca il pareggio. Garritano dal limite dell'area fa partire un sinistro sbilenco che incrocia la sua traiettoria con le gambe di Rus: la deviazione finisce nell'angolino per il pareggio frusinate.

I nerazzurri tentano di alzare i giri del motore subito dopo l'intervallo, ma non vanno oltre un destro potente scagliato da Sibilli da posizione defilata. Poi cala il buio quando Borrelli salta in testa a Rus e incorna di potenza: conclusione centrale, Nicolas è incerto e la palla termina in porta. D'Angelo tenta di scuotere i suoi ricorrendo ai cambi e ridisegnando una squadra a trazione anteriore con Torregrossa, Moreo, Morutan e Sibilli. Ma ormai la squadra è in balia delle proprie fragilità caratteriali e regala il terzo gol agli ospiti. Rus e Marin non si capiscono, la palla finisce a Caso che supera Nicolas in uscita.

La partita

C'è bisogno di una scossa. Perché dopo la terza sconfitta consecutiva incassata ad Ascoli, l'ambiente insieme alla squadra è scivolato in una condizione di negatività profonda che lascia pensare a una resa delle armi che sarebbe quanto mai delittuosa. Restano, compresa la sfida di oggi alla capolista neopromossa in Serie A, tre gare dalle quali accaparrare i punti necessari per accedere ai playoff. Perché quella degli spareggi promozione è un'occasione da non perdere. D'Angelo rivoluziona lo schieramento, disegnando un 4-4-2 in cui Sibilli e Gargiulo si posizionano sugli esterni della linea mediana, e rilancia dal 1' Gliozzi in avanti insieme a Masucci.

I nerazzurri scappano via subito dopo il fischio d'inizio con Sibilli che sfila alle spalle della difesa ciociara sul lango di Rus. L'attaccante, arrivato sul fondo, scarica per l'accorrente Masucci: cross di prima intenzione, Gliozzi brucia tutti e col destro spedisce la palla accanto al palo lontano. Pisa avanti al 1'. Gli uomini di D'Angelo non alzano il piede dall'acceleratore e al 7' sfiorano il raddoppio, ancora con Gliozzi. I nerazzurri riconquistano palla al limite dell'area, dopo uno scambio il numero 9 dal limite calcia ancora verso il palo più lontano: stavolta Turati ci mette i pugni.

La risposta della capolista si materializza al 22' quando Caracciolo in uscita sulla propria trequarti sbaglia tutto e regala la palla a Baez. L'attaccante ciociaro punta l'area ma si fa chiudere sul più bello da Rus. Il centrale romeno è decisamente più sfortunato quando al 32' si ritrova sulla traiettoria del tiro sballatissimo di Garritano dal limite dell'area: la palla, destinata a finire sul fondo, si tramuta in diagonale imprendibile per Nicolas. 1-1 e tutto da rifare, nonostante i nerazzurri siano riusciti fino a questo momento ad azzerare tutti i pericoli.

Usciti dallo spogliatoio, i nerazzurri tentano di aggredire nuovamente gli avversari e al 49' impegnano ancora Turati. Sibilli salta secco il suo diretto marcatore e scarica un destro potente in diagonale: il portiere ospite ci mette ancora i pugni. La palla va dalla parte opposta e il Frosinone si porta in vantaggio. Il cross di Rohden trova a centro area Borrelli, che salta in testa a Rus: il centravanti schiaccia di testa e coglie impreparato Nicolas, che non riesce a togliere dalla porta la palla.

La barca torna a riprendere acqua e D'Angelo ricorre ai cambi per tentare di invertire la china. Escono Gargiulo e Masucci e si gettano nella mischia Moreo e Morutan, con il Pisa che passa al 4-2-3-1. Ed è il romeno che al 69' sfiora il palo alla destra di Turati con una conclusione a mezza altezza sparata dal limite dell'area. Entra anche Torregrossa, che smarca immediatamente Moreo con un lancio millimetrico. Il numero 32 a tu per tu con Turati sbaglia tutto tentando un improbabile pallonetto che termina fra le braccia del portiere ciociaro.

Ma questa squadra ormai è in balia delle proprie incertezze e al 77' regala il tris al Frosinone. La palla transita troppo lentamente da Rus a Marin, che viene aggredito alle spalle da un avversario che lo brucia sul tempo. Borrelli allarga per Caso, che di fronte a Nicolas non sbaglia e con un tocco morbido gonfia la rete.

Il tabellino

Pisa-Frosinone 1-3

Pisa (4-4-2): Nicolas; Hermannsson (72' Esteves), Rus, Caracciolo, Beruatto; Gargiulo (59' Moreo), Nagy, Marin, Sibilli (87' Tramoni M.); Masucci (59' Morutan), Gliozzi (72' Torregrossa). All. D'Angelo

Frosinone (4-3-3): Turati; Monterisi (82' Cotali), Lucioni, Kalaj, Frabotta (40' Olivieri); Boloca, Gelli, Garritano (62' Caso); Rohden (82' Kujabi), Borrelli, Baez (62' Insigne). All. Grosso

Reti: 1' Gliozzi (P), 32' Garritano (F), 52' Borrelli (F), 77' Caso (F)

Ammoniti: Nagy (P), Rohden (F), Beruatto (P), D'Angelo (P), Kalaj (F), Boloca (F)

Note: arbitro Francesco Cosso; angoli 3-2 (0-1); recupero 2' e 4'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Frosinone 1-3 | Disastro nerazzurro: quarta sconfitta consecutiva, l'Arena contesta
PisaToday è in caricamento