Calcio

Pisa-Monza 2-1 | La capolista non fa sconti: quinta vittoria consecutiva, un tripudio

Prestazione eccezionale del Pisa che abbatte anche la corazza brianzola: reti spettacolari di Sibilli e Lucca

Cinque su cinque. Un cammino esaltante per il Pisa che silura anche il Monza di fronte a un'Arena Garibaldi in tripudio. Si allunga così la striscia di vittorie consecutive per la capolista, che sale a quota 15 punti e abbatte anche la corazzata brianzola.

L'atmosfera sugli spalti è elettrica e la squadra in campo traduce la carica agonistica in una prima mezz'ora clamorosa. La squadra di D'Angelo comanda il gioco in ogni porzione di campo e abbatte il muro brianzolo dopo appena 7'. Ricamo di Sibilli dallo spigolo sinistro dell'area: rasoterra a giro sul palo lontano e palla in buca. Il Monza prova a portarsi con pazienza nella metà campo pisana ma si scopre alle ripartenze brucianti del Pisa. Come attorno al quarto d'ora quando Lucca prende le misure a Caldirola involandosi sul lancio di Beruatto: il difensore ospite riesce a infastidirlo al momento del tiro e il centravanti non inquadra la porta. L'unico sussulto ospite si annota alla mezz'ora quando Valoti sfrutta uno dei pochissimi errori in uscita dei nerazzurri e dalla trequarti impegna Nicolas in una deviazione volante, più spettacolare che impegnativa. La squadra di D'Angelo chiude in crescendo il primo tempo con una volata in transizione guidata da Nagy, che si impadronisce della palla al limite dell'area pisana e poi apre la via della porta a Cohen: il suo rasoterra verso il centro dell'area piccola viene chiuso affannosamente in corner. La ripresa parte con un altro episodio favorevole per il Pisa, che si ritrova in superiorità numerica dopo appena tre minuti. Lucca e Cohen recuperano palla sulla trequarti e puntano la porta: l'israeliano viene abbattuto da dietro da Caldirola, che guadagna gli spogliatoi con il rosso diretto. Dopo appena cinque minuti i nerazzurri capitalizzano la superiorità numerica sullo stesso asse. Cohen verticalizza immediatamente la palla recuperata, Lucca dal limite dell'area fa partire un bolide clamoroso che Di Gregorio neppure vede. Il 2-0 paradossalmente scuote gli ospiti che si riversano di rabbia nella metà campo nerazzurra. Il Monza al 64' costrruisce la prima vera azione della sua partita e trova il gol della speranza: Ciurria brucia Beruatto, Dany Mota a centro area supera Nicolas. La mezz'ora finale vede il Monza spingere a pieno organico e il Pisa resistere a oltranza, a volte in affanno e altre con maggiore equilibrio. Il Pisa avrebbe anche l'occasione per chiudere anzitempo la gara con il rigore conquistato da Marsura al 91', ma Di Gregorio sfodera un intervento pazzesco sul destro in diagonale di Gucher. Poco male: finisce così, in un trionfo.

Pisa-Monza: le interviste

La partita

Capolista contro corazzata. Una sorpresa, almeno sulla carta, la prima. Una conferma la seconda. Pisa e Monza si sfidano sul prato dell'Arena Garibaldi, di fronte a circa 4.500 spettatori (pressoché il massimo consentito di questi tempi) in quella che è a tutti gli effetti la gara di cartello della quinta giornata del campionato di Serie B. Gli uomini di Luca D'Angelo si presentano all'appuntamento con un carico di entusiasmo e fiducia enorme. E nonostante la posizione inaspettata, a bocce ferme, in classifica, chi ha molto da perdere dalla sfida odierna è proprio la rivale brianzola. Costruiti, anche quest'anno, con l'obiettivo di asfaltare il torneo, la formazione affidata a Giovanni Stroppa nelle prime quattro uscite stagionali ha mostrato più difetti che pregi, evidenziando qualche lacuna di troppo e diversi aspetti da migliorare.

Avanti col 4-3-1-2 per i nerazzurri con Lucca punto di riferimento offensivo, supportato per la prima volta dal 1' da Cohen. La difesa è la stessa di Vicenza, con Beruatto ed Hermannsson a presidiare gli esterni. In mezzo al campo turno di riposo per Gucher: in cabina di regia si installa Nagy, fiancheggiato da Tourè e Marin.

L'inizio è da sogno: spinto da un'Arena Garibaldi galvanizzata dal primato, il Pisa costringe sulla difensiva il Monza. Lucca al 6' si impadronisce di un pallone vagante sulla trequarti e lascia partire una bordata dal limite che piega le mani a Di Gregorio, che comunque riesce a deviare in corner. Dalla bandierina va Beruatto: la difesa brianzola allontana corto, Leverbe riapre di prima intenzione per Sibilli appostato sullo spigolo sinistro dell'area biancorossa. Il numero 17 salta il diretto marcatore e lascia partire un rasoterra fatale che si insacca nell'angolino lontano. Pisa avanti al 7'.

Il Monza sembra stordito, prova a portarsi nella metà campo nerazzurro per mettere pressione al Pisa, ma scopre al fianco alla ripartenza bruciante di Lucca. Il centravanti si invola verso la porta sul lancio di Beruatto: Caldirola tenta il recupero disperato da dietro e infastidisce il centravanti al momento del tiro, che calcia fuori dal limite dell'area. La prima mezz'ora di gara del Pisa è pazzesca per intensità, qualità e personalità. Il Monza fatica a mettere insieme quattro passaggi consecutivi e riesce ad affacciarsi dalle parti di Nicolas soltanto al 28' sfruttando un errore in uscita dei nerazzurri. Valoti pilota la palla sulla trequarti e spara un destro potente sul quale Nicolas vola a deviare in corner. Il Pisa però dopo aver rifiatato qualche minuto riparte a pressare a spron battuto sfruttando il dinamismo di Sibilli, che al 34' taglia in due il Monza e serve Marin, appostato più o meno sulla stessa zolla del gol. Il romeno mira all'incrocio: palla alta di poco. La prima frazione si chiude con la 4x100 nerazzurra che in dieci secondi ribalta l'azione: Nagy mette la quinta e guida la transizione da un'area all'altra aprendo il campo per Cohen. L'israeliano taglia l'area piccola con un tracciante che viene deviato in angolo.

Pronti-via e la gara vive un nuovo momento di svolta all'inizio della ripresa, quando Lucca e Cohen approfittano di un clamoroso svarione in fase di costruzione della manovra. Il Monza perde palla sulla trequarti, il centravanti lancia in porta il compagno che viene abbattuto al limite dell'area da Caldirola: rosso diretto ineccepibile. Risultato: ancora più ferocia agonistica riversata sugli avversari. Barberis va in crisi sulla pressione di Tourè e Cohen, che vede Lucca al limite dell'area. Il centravanti controlla e poi lascia partire un bolide che Di Gregorio neppure vede: 2-0 al 53'.

Nella prima vera azione offensiva costruita bene il Monza riesce a trovare la rete che riapre il match. Sul lancio dalle retrovie Beruatto si fa bruciare nello scatto da Ciurria, che poi alza la testa e vede Dany Mota a centro area. Il portoghese addomestica bene la palla e poi supera Nicolas da pochi passi: 2-1 al 64'. La rete ridà entusiasmo agli ospiti che al 70' si ripresentano con pericolosità dalle parti di Nicolas una volta scampato un pericolo enorme con Gucher dall'altra parte. Dany Mota sfugge alla trappola del fuorigioco e spara con potenza: Nicolas devia in corner. D'Angelo rinforza gli ormeggi inserendo Gucher sulla trequarti (fuori Cohen) e Birindelli (al posto di Beruatto).

Le sostituzioni riportano il Pisa con il giusto assetto: adesso la squadra regge meglio alla spinta del Monza, impegnato nel massimo sforzo per trovare il pareggio nonostante l'inferiorità numerica. Una spinta che lascia inevitabilmente degli spazi in profondità: al 91' Marsura va via a destra sull'imbucata di Marin e viene abbattuto in area da Carlos Augusto. Calcio di rigore, va Gucher: miracolo di Di Gregorio, si resta sul 2-1.

Il tabellino

Pisa-Monza 2-1

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Hermannsson, Leverbe (84' De Vitis), Caracciolo, Beruatto (68' Birindelli); Tourè, Nagy, Marin; Sibilli (74' Marsura); Cohen (68' Gucher), Lucca (84' Masucci). All. D'Angelo

Monza (3-5-2): Di Gregorio; Caldirola, Marrone, Antov; Sampirisi (76' Donati), Valoti (68' Machin), Barberis (93' D'Alessandro), Mazzitelli (76' Colpani), Carlos Augusto; Ciurria (68' Gytkjaer), Dany Mota. All. Stroppa

Reti: 7' Sibilli (P), 53' Lucca (P), 64' Dany Mota (M)

Ammoniti: Mazzitelli (M), Valoti (M), Caracciolo (P); Machin (M), Hermannsson (P), Carlos Augusto (M), Masucci (P)

Note: arbitro Luca Pairetto; angoli 3-3 (3-2); recupero 0' e 4'; espulso Caldirola (M) al 48' per fallo da ultimo uomo; Di Gregorio (M) al 92' para il rigore a Gucher (P)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Monza 2-1 | La capolista non fa sconti: quinta vittoria consecutiva, un tripudio

PisaToday è in caricamento