rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Calcio

Verso Pisa-Pordenone: l'Arena Garibaldi ritrova la carica dei 6mila

Esaurite Curva Nord e Gradinata per la sfida di domenica 24 ottobre. Rimangono poche centinaia di tagliandi in Tribuna inferiore e superiore

Prendete una classifica da sogno, una squadra che nella primissima parte della stagione ha lasciato a bocca aperta tutti quanti, il centravanti più chiacchierato della categoria (e anche oltre), il ritorno del tifo degli ultras, lo stadio al 75% della capienza e un bel pomeriggio di sole di fine ottobre. Mescolateli e lasciatevi trasportare dalla carica generata da un'Arena Garibaldi che si preannuncia 'quella di un tempo' (pre-Covid). Pisa-Pordenone domenica 24 ottobre sarà seguita da almeno 6mila spettatori: la prevendita per l'ottavo turno del torneo di Serie B sta procedendo a gonfie vele.

Dopo la fase di prelazione, esaurita nella giornata di lunedì scorso, martedì 19 ottobre è scattata la vendita libera dei tagliandi non riscattati dai vecchi abbonati e dai possessori di voucher. E l'accelerazione è stata poderosa: in poche ore i botteghini hanno registrato il sold out per i settori di Curva Nord e Gradinata, quelli più popolari in termini economici e più caldi sul piano dei decibel prodotti dai tifosi. Rimangono soltanto alcune centinaia di biglietti a disposizione in Tribuna inferiore e Superiore: i due settori 'più cari' e, tradizionalmente, meno propensi a far registrare il tutto esaurito. Ma fino a domenica sicuramente un'altra corposa quantità di biglietti sarà venduta e lo stadio nerazzurro sfonderà il muro delle 6mila presenze.

L'Arena Garibaldi, in seguito alla decisione del governo, per la prima volta torna al 75% della capienza complessiva: sono circa 7500 i posti a disposizione, dei quali 675 sono destinati alla tifoseria ospite. A oggi i ticket acquistati dai supporters friulani sono soltanto poche decine. Gli altri settori dello stadio presenteranno nuovamente un colpo d'occhio popolato e colorato come non si vedeva da oltre un anno e mezzo. L'ultima occasione in cui l'Arena era stata così affollata risale al 29 febbraio 2020, l'ultimo match disputato a porte aperte prima del lockdown: per seguire Pisa-Perugia si presentarono circa 7mila tifosi. Nelle precedenti gare casalinghe di questo campionato il record appartiene alla sfida con la Reggina del 2 ottobre, quando sono stati registrate 5mila presenze. Un record già abbondantemente infranto.

Dal campo intanto arrivano notizie positive: Gucher, fuori nella trasferta di Crotone per godersi la piccola Camilla insieme alla moglie in Austria, è pienamente ristabilito dall'infiammazione del tendine d'Achille. Il resto del gruppo è a disposizione del tecnico D'Angelo, fatta eccezione per i lungo degenti Siega e Berra. La società e Marius Marin, infine, hanno messo le firme sul prolungamento di contratto: il mediano romeno ha siglato un accordo con il nerazzurro fino al 30 giugno 2025.

'Avanti Gianlu'

Domenica 24 ottobre fuori dallo stadio, in via Luigi Bianchi, verrà anche allestito un banco dove sarà possibile acquistare il volume 'Avanti Gianlu', scritto da Gianluca, una delle anime della Curva Nord. In collaborazione con AIL - Associazione italiana lotta contro leucemie, linfomi e mielomi, il tifoso nerazzurro propone la seconda edizione del suo libro imperniato sulla sua esperienza di cura e battaglia contro il cancro: il libro è in vendita anche in alcuni punti vendita della città e della provincia. Tutti gli incassi saranno devoluti in beneficenza. I destinatari sono molteplici: l’acquisto di un letto speciale per il reparto di Rianimazione di Cisanello, condizionatori per una casa famiglia, una cyclette per pazienti affetti da patologie ematologiche, un defibrillatore per la palestra Boxing Team di San Giuliano Terme e anche per donazioni al progetto 'Un passaggio per Greta' e al Parco dello Squalo intitolato alla memoria del tifoso nerazzurro Matteo Grilli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verso Pisa-Pordenone: l'Arena Garibaldi ritrova la carica dei 6mila

PisaToday è in caricamento