rotate-mobile
Calcio

Meraviglioso Pisa: nerazzurri campioni d'inverno con un turno d'anticipo

Traguardo eccezionale per la squadra di D'Angelo, più forte della concorrenza e dell'emergenza Covid

Se c’è qualcuno che soffre di vertigini, si allacci le cinture ed eviti di guardare verso il basso. Perché la squadra di Luca D’Angelo non ha la minima intenzione di diminuire i giri del motore: la corsa verso l’alto non accenna ad arrestarsi, neppure nel pieno dell’emergenza più grave da un anno a questa parte. Anche a Cosenza, con cinque elementi fuori causa per via della positività al Covid, un altro paio fermati da acciacchi di vario tipo e Alessandro De Vitis portato in panchina per onor di firma, il gruppo ha dimostrato di essere una vera e propria corazzata.

Ci sono diverse interpretazioni che possono essere date a questa parola. Si affibbia questa etichetta a un organico infarcito di assi della categoria, elementi dalla carriera e dai numeri superiori al resto della concorrenza. Ma si può utilizzare questa definizione anche per un gruppo che fa dello spirito di sacrificio, dell’abnegazione tattica e della fame di vittorie il proprio mantra. Ed è il caso del Pisa creato da Giovanni Corrado e Claudio Chiellini e plasmato da Luca D’Angelo: nonostante la situazione critica, i nerazzurri anche in Calabria hanno confermato quella che ormai non è più una sensazione. Masucci e compagni sono una delle corazzate di questa Serie B: si prenda ad esempio proprio la prestazione del numero 26. A 37 anni suonati l’attaccante campano ha propiziato entrambi i gol, combattendo con il coltello tra i denti per più di ottanta minuti. Il 'piccolo gigante' è la bandiera dietro alla quale si è riunito il drappello nerazzurro per proseguire nella marcia in vetta. Contro i rossoblu è arrivata l’ottava gara con la porta inviolata sulle diciotto disputate fino a oggi: tre di queste coincidono con l’accelerazione poderosa piazzata nelle ultime settimane, quando sono arrivati i successi in fila contro Como, Lecce e appunto Cosenza.

E scorrendo il ruolino di marcia dell’ultimo mese possiamo sottolineare un’altra statistica che conferma lo status di corazzata del Pisa: tra la vittoria di Brescia e quella di ieri, i nerazzurri hanno realizzato 6 reti e ne hanno incassata soltanto una. Un rendimento onestamente stratosferico, che sgombra il campo anche dalle residue cautele dei più irriducibili pessimisti. Arrivati nei pressi del giro di boa del campionato è impossibile nascondersi dietro a un dito: per la corsa alle prime due piazze tutte le concorrenti dovranno fare i conti con la corazzata Pisa. Ultimo appunto per chi accusa le vertigini: il Brescia non ha superato il Cittadella (1-1), così i nerazzurri sono matematicamente campioni d’inverno con un turno di anticipo sulla conclusione del girone d’andata. Non siamo più una sorpresa, o forse non lo siamo mai stati.

Fonte foto: Ufficio Stampa Pisa S.C.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meraviglioso Pisa: nerazzurri campioni d'inverno con un turno d'anticipo

PisaToday è in caricamento