Mercoledì, 17 Luglio 2024
Calcio

Il direttore sportivo Stefano Stefanelli si presenta: "A Pisa con entusiasmo"

L'erede di Claudio Chiellini ha delineato il lavoro che lo attende nel mese conclusivo del calciomercato estivo: "Ancora qualche innesto per costruire un gruppo competitivo"

Idee chiare, tanta voglia di mettersi in gioco e il desiderio di dimostrare che il Pisa non si è sbagliato puntando su di lui. Stefano Stefanelli, il nuovo direttore sportivo nerazzurro, si presenta così alla piazza: "Non ho avuto il minimo dubbio fin dal primo colloquio con il direttore Giovanni Corrado: volevo venire a Pisa e ho dato la mia immediata disponibilità. Qua posso vivere a pieno il lavoro dei miei sogni: sono arrivato in un ambiente costruito alla perfezione, dettaglio per dettaglio, dalla proprietà. E' molto stimolante e ci metterò tutto me stesso".

Un lavoro, quello che ormai da due settimane sta svolgendo 24 ore su 24, che impegna il diesse su due fronti: "Dobbiamo definire l'ingaggio di altri tre tasselli, forse anche qualcosa in più, che corrispondano alle richieste fatte da mister Aquilani. Senza dimenticare tutte le operazioni in uscita che dovranno essere messe nero su bianco entro la fine delle trattative, fissata al 1° settembre".

I nomi che sono usciti nelle ultime settimane sono anche quelli cerchiati di rosso sul taccuino di Stefanelli, che si guarda bene dal rivelarne altri: "Shpendi è un grande centravanti, dalla prospettiva eccezionale. Ma in questo affare ci sono moltissimi fattori di cui tenere conto e serve tempo affinché si arrivi a una risposta definitiva. Siamo sul pezzo e non ci faremo trovare impreparati". Un altro elemento che piace molto al Pisa è quello del centrocampista Mattia Valoti: "Il ragazzo non è ancora convinto di scendere di categoria. Rispettiamo il suo pensiero e aspettiamo".

Chi invece avrebbe già dato l'ok all'approdo in nerazzurro è il regista Andrea Barberis: "Dobbiamo attendere l'esito di ulteriori accertamente clinici - specifica Stefanelli - ne va della salute dell ragazzo e della tutela della società. Se tutto andrà come sperato, firmerà il contratto". Un regista che invece ha già siglato il contratto con il Pisa è Miguel Veloso: "Per il portoghese parla il curriculum. Ma il suo innesto non è importante esclusivamente sul piano sportivo: uno del suo calibro e spessore umano farà fare il salto di qualità a tutto l'ambiente. E il suo ingaggio non preclude l'arrivo eventuale di Barberis".

Stefanelli chiude il capitolo delle entrate con una panoramica che prende le mosse dal rapporto con mister Aquilani: "Lo conoscevo di nome e 'da lontano'. Adesso stiamo approfondendo la nostra conoscenza e ci stiamo scambiando informazioni preziose sul modo di intendere il calcio. La priorità principale del mercato in entrata, adesso, è un esterno offensivo. Per il pensiero tattico del mister è fondamentale. Abbiamo già fatto un grandissimo colpo, in questo senso, acquistando Alessandro Arena: ha la testa di un veterano nonostante sia giovanissimo".

Il diesse volta pagina e scorre la pagina delle partenze: "Ce ne saranno altre entro la fine del calciomercato. Ci saranno diversi giocatori che lasceranno il nerazzurro per giocarsi le loro chance altrove. In linea generale il modus operandi dipende da tre fattori: la volontà del calciatore di cambiare, il benestare della società e l'offerta congrua di un altro club. Ad esempio nel caso di Federico Barba tutti questi tasselli sono andati al loro posto: il ragazzo voleva andare via, il Como ha formulato una proposta e il Pisa l'ha ritenuta valida e vantaggiosa".

"Il prossimo a lasciare Pisa è il portiere Livieri - rivela Stefanelli - che si accaserà in prestito al Catania in Serie C. Il taccuino al momento, in veirtà, è vuoto: leggo tanti giocatori del Pisa accostati ad altre squadre, ma né io né Giovanni (Corrado, ndr) abbiamo ricevuto offerte formali. E' il caso di Sibilli, così come quello di Beruatto: si allenano bene, danno il massimo tutti i giorni e si comportano da professionisti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il direttore sportivo Stefano Stefanelli si presenta: "A Pisa con entusiasmo"
PisaToday è in caricamento