rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Calcio

Pontedera, Catalano si presenta: "Metterò tutto me stesso in questa avventura"

Profilo basso ma tanta determinazione nelle prime parole del nuovo tecnico granata. Il ds Zocchi: "Pasquale è la persona ideale per il nostro progetto"

Profilo basso, ma con tanta determinazione e voglia di fare. Pasquale Catalano si è presentato così a Pontedera nel corso della sua prima conferenza stampa, andata in scena nella tarda mattinata di mercoledì, come allenatore della Prima squadra granata. "Sono contento di essere qua e ringrazio il direttore e la società per avermi scelto - ha dichiarato il tecnico pugliese -. Non sono abituato a fare promesse o proclami ma a lavorare. Arrivo in una società che ha fatto benissimo in questi dieci anni e ora sta cambiando tanto, sia a livello societario che organizzativo, ma non ho paura di confrontarmi con questa situazione, metterò tutto me stesso in questa avventura e pretenderò che chi sta vicino a me faccia altrettanto”.

Catalano ritrova in granata il direttore sportivo Moreno Zocchi, con il quale ha già condiviso un'esperienza all'Imolese nella passata stagione. "Abbiamo lavorato insieme - prosegue Catalano - confrontandoci e a volte scontrandoci, sempre nell’interesse della società per cui lavoravamo. Non mi aspettavo la sua chiamata ma se così è stato vuol dire che qualcosa di positivo gliel'ho lasciato e lui ha lasciato qualcosa a me, quindi mi sono fidato di lui quando mi ha presentato il progetto che aveva in mente per il Pontedera e sono felice di poterlo iniziare con lui”.

A riguardo del modulo di partenza che adotterà il Pontedera nella prossima stagione, Catalano chiosa: "Prima facciamo la squadra e poi adatteremo il modulo alle caratteristiche dei giocatori. L’idea è quella di creare una rosa con calciatori duttili che possano cambiare sistema di gioco anche in corsa".

Presenti alla conferenza stampa anche l'azionista di maggioranza Rosettano Navarra e lo stesso Ds Moreno Zocchi, il quale si è espresso in questo modo sul nuovo allenatore del Pontedera: “La scelta da parte mia è stata facile. Per quello che è il progetto Pontedera e per quello che mi ha chiesto la società, credo che non ci sia persona migliore di Pasquale Catalano. Accanto a me ho bisogno di persone positive, di persone che di notte sognano e poi di giorno lavorano per realizzare quello che hanno sognato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, Catalano si presenta: "Metterò tutto me stesso in questa avventura"

PisaToday è in caricamento