Sport

Il pisano Carlo Faraci confermato presidente regionale del Csi

Grande partecipazione istituzionale all'assemblea elettiva da remoto del 27 febbraio scorso

Il pisano Carlo Faraci è stato confermato presidente regionale per la Toscana del Csi, Centro Sportivo Italiano. Al suo terzo mandato, è stato eletto per la prima volta nel 2012. A rinnovargli fino al 2024 l'incarico alla guida del Comitato Toscana l'assemblea regionale, che si è svolta in video conferenza nella giornata di sabato 27 febbraio.  

"Lo sport del Csi Toscana è un valore educativo che va tutelato, e noi lo facciamo costruendo solidi ponti tra istituzioni e soggetti associativi, nello spirito di squadra per generare insieme il futuro", ha detto il presidente regionale Faraci nella sua relazione. Faraci ha sottolineato le difficoltà del momento storico per il mondo sportivo, per questo, ha spiegato Faraci, "il Centro sportivo italiano interviene con determinazione e lungimiranza  per sostenere le società sportive, i gruppi parrocchiali e gli atleti, fortemente colpiti dalle restrizioni introdotte per il contenimento del Covid-19. Siamo di fronte a tante incognite per il prossimo futuro a causa di questa emergenza pandemica, che trascina le nuove generazioni verso una più fragile prospettiva del loro futuro". 

All'assemblea online era presente il presidente nazionale del Csi Vittorio Bosio. Si è collegato anche il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, che nel suo intervento ha evidenziato come l’ente di promozione dallo sport "contagia il terzo settore, che in Toscana è un vanto della società", riconoscendo così al Csi Toscana un ruolo importante nella promozione sportiva, ruolo che è cresciuto negli ultimi anni. "Lo sport è tra i più penalizzati da un anno di emergenza sanitaria - ha detto il governatore - un anno dopo la società si presenta logorata. Quando ripartiremo sarà l’onda del mondo sportivo a dare una spinta forte al rilancio della società".

Intevenuti anche Salvatore Sanzo, presidente del Coni Toscana, e Massimo Porciani, presidente regionale del Comitato Paralimpico. Antonio Mazzeo, presidente del Consiglio regionale della Toscana, ha ricordato di essere stato "un ragazzo del Csi" e "proprio quei valori che da ragazzino ho acquisito nel Csi li ho trasferiti nel mio lavoro istituzionale, per esempio mettendo la competenza al servizio degli altri. Per questo dico che, per me, il Csi è stato una palestra di vita".

Anche Monsignor Andrea Migliavacca, vescovo delegato allo sport della Conferenza Episcopale Toscana, nel suo intervento di saluto ha evidenziato l’importanza del cammino condiviso con le famiglie, in squadra con i ragazzi. Molti, infine, gli spunti dati all'assemblea dagli interventi di altri rappresentanti istituzionali intervenuti, come Stefania Saccardi, vicepresidente della Regione Toscana, Serena Spinelli, assessore regionale alle Politiche sociali, alla Salute e all'Istruzione della Regione Toscana, oltre ai presidenti dei comitati Csi territoriali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pisano Carlo Faraci confermato presidente regionale del Csi

PisaToday è in caricamento