Sport Piazza Dante Alighieri

Crazyrun: la corsa più pazza d'Italia fa il suo show a San Miniato

Una due giorni di giochi e divertimento per i concorrenti che hanno tagliato il traguardo proprio in provincia di Pisa

Incredibile avventura quella vissuta dai 70 team della Crazyrun, la corsa automobilistica più pazza d’Italia che si è svolta il 14 e 15 maggio 2016.
I 180 partecipanti si sono cimentati in prove d’ingegno e d’abilità, indizi da decifrare e risoluzione di enigmi tra classiche cabine telefoniche, app di messaggistica e social network.
500 km vissuti a bordo di supercar, vetture speciali, auto d’epoca, auto non convenzionali e, per sottolineare la straordinaria 'originalità' dell’evento, abbigliamenti goliardici e bizzarri.

L’Associazione ASD, organizzatrice dell’evento e guidata da David Mazza, Giulio e Lorenzo Barnini, ha ottenuto così il quarto successo consecutivo e che ha visto schierarsi alla partenza alcuni team delle passate edizioni ma anche molti nuovi equipaggi provenienti da tutta Italia, e quest’anno anche da Francia e Svizzera.

I crazyrunner si sono immersi in una straordinaria caccia al tesoro viaggiando tra alcune delle più belle località italiane, attraversando città d’arte, incantevoli borghi e paesaggi collinari spaziando dalla contemporaneità degli strumenti di comunicazione alla suggestione di luoghi in cui il tempo si è fermato. Durante la due giorni non sono mancati divertimento, sano agonismo e una buona dose d’astuzia  per raggiungere il traguardo di tappa finale. La Crazyrun infatti permette di visitare i luoghi più belli d’Italia e di conoscere gli angoli più suggestivi e curiosi mentre si cerca di superare i 10 checkpoint della gara.  

Nastro di partenza dalla concessionaria Peragnoli Land Rover a Monteriggioni per raggiungere, attraverso i vari checkpoint, il Palace Hotel 5 stelle di Milano Marittima, esclusivo albergo della Riviera Adriatica, dove i team si sono rilassati nella Spa, cena di gala e poi al 'Pineta', la discoteca della Riviera per l’Official Crazyrun Party dove il dj internazionale Federico Scavo, ospite della Crazyrun, ha entusiasmato gli ospiti.
La domenica mattina, dopo il Sunday briefing, i team sono ripartiti per l’arrivo spettacolare della competizione nel centro storico di San Miniato dove l’evento ha stupito partecipanti e pubblico: Enegan vip lounge e area meeting per i team predisposta sotto i loggiati, punto welcome per gli ospiti, area di sosta per le 70 supercar disposte rispettando il criterio della piazza, pista centrale per l’arrivo e per le premiazioni un motorhome dal quale è stato annunciato il driver e il team vincitore.

Il Comune, che ha concesso il patrocinio all’iniziativa, ha messo a disposizione Piazza Dante Alighieri, occasione unica per ammirare le supercar e per i tanti appassionati di motori per poter osservare da vicino e fotografare le auto in gara.

Entusiasmo ed applausi hanno accolto i team al traguardo fino al momento delle premiazioni: vincitore della Crazyrun 2016 il team Captain America con il numero 44 su BMW M4 che partecipava per la prima volta alla competizione. Secondo posto per il team Barabbers con il numero 34 su Lancia Delta HF Integrale Evo 1 e terzo posto per il team Hef con il numero 26 su Mini Countryman John Cooper Works.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crazyrun: la corsa più pazza d'Italia fa il suo show a San Miniato

PisaToday è in caricamento