Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport

Cus Pisa Rugby: pareggio amaro contro un San Vincenzo mai domo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

C2: Il PharmaNutra CUS Pisa Rugby non bissa il successo della scorsa settimana. I gialloblu non riescono ad andare oltre il pareggio contro il quotato Rufus San Vincenzo, formazione che attualmente occupa la terza posizione in classifica di serie C2 toscana. Gli universitari contavano di ottenere una vittoria per rilanciarsi nella lotta delle posizioni di vertice, ma questa battuta di arresto casalinga complica fortemente lo scenario.

Il primo tempo del match viaggia su binari di assoluto equilibrio: Moroni e compagni provano a dettare i ritmi del gioco e mantengono un buon possesso territoriale; le fasi di conquista sono tutte appannaggio dei pisani, tuttavia gli ospiti sono abili ad indebolire gli attacchi cussini rallentando l’uscita del pallone dai punti d’incontro. In due occasioni Ostuni decide di piazzare da posizione non favorevole fallendo di poco il bersaglio in entrambi i casi. Anche il Rufus tenta di muovere il punteggio su calcio di punizione, ma il tabellino resta ancorato sullo 0 a 0. In finale di tempo il CUS sfiora la meta, ma i biancocelesti riescono a salvarsi sulla linea.

Durante i primi minuti della ripresa gli ospiti ricevono in sequenza un cartellino rosso ed uno giallo, giocando per almeno 5 minuti in 13 uomini. Sarebbe l’occasione perfetta per rompere gli equilibri, ed i gialloblu la colgono al volo: rimessa laterale a dieci metri dalla meta ospite, raggruppato penetrante pisano e meta di D’Amico (non trasformata da Ferri). Sul rovesciamento di fronte gli universitari danno l’opportunità agli ospiti di accorciare le distanze su calcio piazzato, ed il calciatore livornese stavolta non fallisce. I cussini tornano a fare la voce grossa a ridosso della linea di meta avversaria, ma dopo un paio di azioni optano per i pali. Ferri realizza ed al 15mo della ripresa il CUS si porta sull’8 a 3. Il Rufus torna a giocare in 14 ed alla prima occasione torna ad incalzare Pisa nel punteggio realizzando un altro calcio piazzato. I gialloblu operano una serie di calci in profondità per tenere sotto pressione gli avversari; al 25mo Ostuni riceve un controcalcio degli ospiti ed effettua con successo un bel drop da 30 metri. Manca molto tempo alla fine della gara, gli ospiti sono sempre a distanza di sorpasso e Pisa inizia a subire l’iniziativa avversaria; si difende con ordine, ma il Rufus guadagna spesso la linea del vantaggio ed al 38mo trova la meta del pareggio al termine di un’azione bella ed insistita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cus Pisa Rugby: pareggio amaro contro un San Vincenzo mai domo

PisaToday è in caricamento